images/grafica/TESTATE/DIPARTIMENTO_COMUNICAZIONE/CONVEGNI-E-SEMINARI.png

Sergio Pistoi e Damiano Miotto ospiti dello IUSVE: creatività, divulgazione scientifica e mondo della musica

Sabato 22 marzo 2014 dalle ore 9.00 alle ore 12.30 il Dipartimento di Comunicazione ha il piacere di presentare Sergio Pistoi e Damiano Miotto quali ospiti per i corsi di laurea triennale e magistrale.

Ore 09.15-10.45: Sergio Pistoi in “Il DNA incontra Facebook” - Conversazioni sull’importanza della divulgazione scientifica con il vincitore della VII edizione del Premio Letterario Galileo 2013 e autore del primo libro che racconta il nuovo mondo della genomica di massa.

Ore 11.00-12.30: Damiano Miotto in “Dalla voce del Padrone a Napster” - Conversazioni sulle linee divulgative del mondo della musica, i social network e il video come elementi fondanti nel mondo creativo.

Sergio Pistoi, giornalista scientifico, scrittore e consulente freelance con dottorato in biologia molecolare. Dal 1998 collabora con  testate italiane e internazionali (Scientific American, the New Scientist, Reuters, Nature). Collabora con gli scienziati a comunicare con il pubblico e i media; collabora  con istituti e progetti di ricerca internazionali.

Damiano Miotto, direttore dell’agenzia Misstake, comunicatore, creatore di immagini, celebri marche sportive e prodotti per musei internazionali.


La curatrice del festival DeltArte ospite dell'Istituto Universitario Salesiano di Venezia

Martedì 25 marzo 2014 alle 11:25 sarà ospite dello IUSVE la dott.ssa Melania Ruggini, ideatrice e curatrice di DeltArte - il delta della creatività.

L'incontro è rivolto agli studenti del corso opzionale Il project management degli eventi culturali all’interno del corso di laurea in Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale tenuto dal prof. Andrea D’Este. Sarà presentato agli studenti il “caso” DeltArte e le dinamiche relative all’ideazione, organizzazione e promozione di un festival d’arte contemporanea in un luogo ai margini rispetto alle tradizionali rotte della cultura e finanziato da una fondazione di origine bancaria all’interno di un bando di idee dedicate ai giovani under 35. Nel corso dell'incontro saranno illustrati i risultati della prima edizione e sarà presentata un’anteprima esclusiva dal tema “Geografie ad alto potenziale creativo”.

DeltArte – il delta della Creatività nasce nel 2012 da un’idea di Melania Ruggini e per iniziativa dell’associazione di promozione sociale Centro Studi Agnese Baggio di Adria. Il progetto vince la prima edizione del Concorso Culturalmente – Nuovi Linguaggi d’Arte indetto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e può iniziare il suo viaggio nella creatività.
Il punto di riferimento è il Delta del Po in cui iniziare a scrivere una delle pagine più stimolanti del racconto contemporaneo per mezzo della creatività giovanile, nelle sue molteplici forme. Il progetto d’insieme si pone come un esperimento creativo di rigenerazione culturale, che per la prima edizione del 2013 assume il carattere della manifestazione itinerante d’arte contemporanea sul Parco del Delta del Po della Provincia di Rovigo, basata sulla fluidità del dialogo aperto tra creatività giovanile e ambiente. Nel 2013 DeltArte, progettato sempre da Melania Ruggini, si ricandida al bando Culturalmente della Fondazione Cariparo, stavolta con l’associazione Voci per la Libertà. E ancora una volta viene ottenuto il finanziamento, grazie alla preziosa sensibilità della Fondazione Cariparo.

Per ulteriori informazioni visita il sito ufficiale.

Comunicare a Bruxelles: il corso con Enrico Brivio (giornalista del sole 24 ORE)

Vuoi vivere un'esperienza nel cuore delle decisioni dell'Europa e della comunicazione internazionale?

Il contesto europeo è diventato un’imprescindibile arena per i professionisti della comunicazione che svolgano un’attività a livello internazionale. Bruxelles è il luogo nel quale convergono e si confrontano competenze, tendenze e idee dai 28 Paesi dell’Unione europea, oltre che dai principali Paesi extra-comunitari. La città ospita le principali sedi degli organismi europei, della Nato e ampie delegazioni diplomatiche da tutto il mondo, ma è anche il luogo di lavoro della più vasta comunità di giornalisti esteri, operatori nei media (web designer, blogger, cameramen etc), lobbisti e addetti alle pubbliche relazioni in Europa. L’approfondita conoscenza del processo di “decision making” nell’Unione europea - e dell’attività di chi deve comunicarne, in modo diretto o indiretto, i risultati al resto d’Europa e del mondo o cercare di influire nei suoi sviluppi - è un importante elemento non solo per chi aspiri a un posto in un organismo comunitario, ma anche per chiunque voglia svolgere una professione in un’azienda o in un ente che operi nel mercato europeo.  Non solo per l’obbligo di uniformarsi a direttive e regolamenti comunitari, ma anche per gli indubbi vantaggi derivanti dal capire le dinamiche che si sviluppano a livello europeo e dal poter sfruttare, sia nel pubblico che nel privato, le opportunità offerte da bandi e finanziamenti europei.

Il workshop si propone di approfondire i tre principali ambiti delle attività di comunicazione che si svolgono nel “cuore dell’Europa” (istituzionali, nei media e nelle public relations). Sarà aperto da una lezione introduttiva che darà un quadro generale di riferimento su storia, poteri e funzioni delle istituzioni europee con problematiche e “case history” riguardanti la comunicazione di decisioni e provvedimenti al centro del dibattito politico, sociale ed economico comunitario: dall’euro alle politiche per l’immigrazione.

Chi terrà il workshop?
Le lezioni, le visite e gli incontri saranno tenuti e coordinati dal giornalista Enrico Brivio, collaboratore del Sole 24 Ore e di Radio24.

Nato a Brescia, cresciuto a Piove di Sacco (Padova), laureato a Ca’ Foscari a Venezia in Lingue e letterature straniere con una tesi sull’opera giornalistica di Charles Dickens, ha poi vissuto a New York, Bruxelles e Milano.
Dopo una prima esperienza al Mattino di Padova, ha collaborato da New York con Il Sole 24 Ore, Ansa e Mondo Economico dall’86 al ’90, è entrato nella redazione di Milano del Sole 24 Ore nel novembre’90, passato all’ufficio di corrispondenzadi Bruxelles dal ’96 al 2009, per tornare in caporedazione centrale a Milano, poi assumere il ruolo di caporedattore responsabile degli Esteri dal settembre 2010 e, infine, diventare caporedattore responsabile della sezione Commenti e Inchieste dal febbraio 2012 al giugno 2013.

È stato presidente dal 2000 al 2004 dell’Association de la Pres-se Internationale, l’associazione che rappresenta i circa 1.200 corrispondenti esteri presenti a Bruxelles. Ha scritto “Come Comunica la Casa Bianca” e altri saggi di comunicazione, politica ed economia internazionale.


Quando si svolgerà?

6/12 luglio 2014 (per 16 studenti della laurea Triennale e Magistrale).

Costo: indicativamente 900 euro (aereo, alloggio, trasporti, ingressi a musei). Dettagli maggiori saranno forniti agli studenti selezionati.

Requisiti richiesti:
1. essere studenti regolarmente iscritti allo IUSVE - Dipartimento di Comunicazione;
2. discreta conoscenza della lingua inglese;
3. capacità di lavoro in team.


London calling 2014: il workshop a Londra

Vuoi vivere un'esperienza entusiasmante e totalizzante nel mondo del design e nella creatività british?

"Lo spazio narrativo e la comunicazione: l'esperienza inglese" è il workshop che si svolgerà a Londra questa estate e rivolta a tutti gli studenti del Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE. Questa proposta di ricerca risponde ai continui cambiamenti nella pratica del design contemporaneo e muta i confini, fino ad a percepiti, tra le riconosciute discipline dell’arte e del design.

Si sta rafforzando sempre di più la domanda dell’industria delle “esperienze”: sempre di più c’è la necessità di una figuraprofessionale che sappia raccontare delle storie che coinvolgano tutti i sensi del pubblico.Sempre di più esiste la necessità di collaborare ed integrare oggetti, testo, suono, immagine e video nello spazio.

Ogni lezione svilupperà un tema, analizzato attraverso una introduzione teorica ed una visita guidata. Tutto il workshop sarà erogato in lingua inglese.

LA TEORIA
Nell’introduzione teorica, di circa 2 ore, verrà sviluppata la tematica prescelta, attraverso una serie di esempi, presi dall’ambito della comunicazione visiva britannica, in relazione alla visita guidata del pomeriggio.

L’INTERVISTA
Verrà erogata un’introduzione sugli studi di design che hanno partecipato alla realizzazione dell’evento/mostra che si andrà ad analizzare, cercando anche di organizzare uno o due incontri/intervista con i designers che hanno partecipato al progetto.

LA VISITA GUIDATA
In relazione alla tematica sviluppata, introdotta nella lezione teorica, ed attraverso visite guidate, andremo ad analizzare una selezione di casi studio, ritenuti importanti nello sviluppo dello spazio narrativo. Dall’allestimento al teatro, dalla comunicazione interattiva all’arte contemporanea, osserveremo l’applicazione della comunicazione visiva allo spazio. Gli studenti saranno lasciati liberi di documentare come meglio credono, raccogliendo materiale che poi servirà per la loro esercitazione video.

Quando si svolgerà?
13/20 luglio 2014 (per 16 studenti della laurea Triennale).

Costo: indicativamente 900 euro (aereo, alloggio, trasporti, ingressi a musei). Dettagli maggiori saranno forniti agli studenti selezionati.

Requisiti richiesti:
1. essere studenti regolarmente iscritti allo IUSVE - Dipartimento di Comunicazione;
2. discreta conoscenza della lingua inglese;
3. capacità di lavoro in team.

Riconoscimento:
la frequenza al workshop e il superamento dell'esame varranno come un corso opzionale.

Premiazione del progetto per l’identità visiva Kosher House - Giardino Dei Melograni di Venezia

Domenica 16 febbraio 2014, presso il Ghetto di Venezia, si terrà la premiazione per il progetto di identità visiva Kosher House-Giardino dei Melograni, che è stato tema d’esame per il corso di Laboratorio di Comunicazione grafica e software dell’anno accademico 2012-13 tenuto dai prof. Aurelio Chinellato e Giovanni Claudio Noventa.
Partendo dal restyling del logo esistente, il nuovo progetto è stato sviluppato da tutti gli studenti del primo anno in tutte le declinazioni e gli sviluppi previsti dal sistema visivo contemporaneo.
Ancora una volta gli studenti si sono confrontati con un incarico e un progetto concreto portato come esperienza di tema d’esame per il corso.


Gli studenti dei progetti selezionati saranno i protagonisti della giornata strutturata su questa scansione:

  • ritrovo alle ore 15.00 presso il Museo Ebraico, guida per il Museo e le Sinagoghe (Tedesca, Canton e Spagnola);
  • discorso introduttivo consiglieri Paolo Navarro Gaia Ravà
  • saluto del Direttore del corso di laurea in Scienze e tecniche della Comunicazione Grafica e multimediale dello IUSVE il prof. Mariano Diotto e dei professori del corso;
  • consegna degli attestati ai primi 15 classificati e al vincitore.

Ore 17.10 brindisi con piccolo buffet (dolci e vino kosher).

Tutti gli studenti sono invitati.

Visita accademica 2014: il cielo è (ancora) azzurro sopra Berlino!

L'anno 2014 ci vede proporre la consueta Visita Accademica-culturale a Berlino, City of Design Unesco e città dell’economia creativa, dal 07 al 11 aprile 2014.

L’occasione è “ghiotta” per entrare in contatto con la realtà di una città che, tra le poche in Europa, ha saputo rinascere coniugando le esigenze culturali e di sviluppo economico delle metropoli d’oltre oceano, con la natura tipica di una capitale storica europea. Questo luogo è crocevia contemporaneo  di saperi interculturali proiettati al futuro, in ambito tecnologico, comunicativo e del design. L’uscita culturale propone le esperienze opposte che, passando attraverso i tesori storici contenuti nei musei, toccano i megastore monomarca che sono emblematici delle tendenze di consumo contemporaneo.

CREATIVE PATHS: tirocinio all’estero per gli studenti IUSVE

Percorsi di mobilità transnazionale e interregionale professionalizzante, finalizzati all’accrescimento e adeguamento delle competenze professionali, sociali e culturali di cittadini residenti in Veneto.

ISRE, in parternariato con IUSVE, ha ottenuto il finanziamento regionale per undici borse di studio per altrettanti studenti, laureandi e laureati che nel 2014 partiranno per realizzare un tirocinio di 6 mesi in significative aziende italiane ed europee.
L’iniziativa è finalizzata a promuovere la realizzazione e lo sviluppo di iniziative e di reti su base transnazionale e interregionale, con particolare attenzione allo scambio delle buone pratiche.

Gli studenti selezionati sono: Sara Bigon, Annachiara Carlesso, Lisa Deppieri, Giulia Marchesin, Maria Maddalena Meneghetti, Ambra Molinarelli, Massimiliano Polesel, Alessandra Presotto, Marco Provolo, Mirko Tonini, Alice Travan.

Le aziende coinvolte sono: Misstake/Except di Milano, Hulencourt Art Project di Bruxelles, Creolab di Torino, Floornature di Fiorano Modenese, Inbetween Agency di Bruxelles, Studio Pitis di Milano, Fachiro Strategic Design di Mantova, MPR Comunicazione Integrata di Faenza.

Seminario intensivo in Svizzera per gli studenti di primo anno

Per gli studenti di primo anno del Campus di Mestre e di Verona abbiamo organizzato un seminario intensivo da svolgersi il 14 gennaio 2014 a Chiasso in Svizzera al confine con l'Italia.

Programma Definitivo:
Partenza dal campus di Mestre ore 06.00;
Partenza dal campus di Verona ore 07.00;

Arrivo ore 10.30: Visita al museo M.A.X dove attualmente si svolge la mostra di “Serge Brignoni - Artista Collezionista - Il viaggio Silenzioso”. Mostra che celebra il 110° anniversario dalla nascita di Brignoni, fra i maggiori surrealisti svizzeri, in contatto con importanti esponenti delle avanguardie europee, che ebbe i natali in Ticino. L'esposizione che si inserisce nel filone dei "maestri del XX secolo" nasce da un'intensa collaborazione con il Museo delle Culture di Lugano e presenta al pubblico un centinaio di opere provenienti da musei, istituzioni pubbliche, gallerie e collezionisti fra i più importanti di tutta la Svizzera. In risalto non solo la passione per il collezionismo di Brignoni, ma anche il suo essere artista a tutto tondo: pittore, scultore come pure grafico. La visita alla mostra sarà guidata dal prof. Angelo Maggi.

Il M.A.X. museo sarà, inoltre, occasione di riflessione e seminario intensivo con i Professori Aurelio Chinellato e Claudio Noventa con i quali affronteremo il tema della nascita di un Museo Svizzero dedicato alla figura di MAX HUBER, con la volontà di divulgare l’importanza dell'arte grafica, del design, dell'architettura e della fotografia nonché della comunicazione visiva contemporanea.

Ore 13.00 - 14.00: Pausa Pranzo (pranzo al sacco) allo Spazio Officina

Ore 14.00: Conversazione con Lora Lamm, progettista che ha segnato l’evoluzione della grafica del secolo scorso lavorando per marchi come Pirelli e La Rinascente e divenendo una delle principali contributrici del design milanese degli anni ’50 e ’60.

Lora lamm, nata nei Grigioni svizzeri, con un diploma alla Kunstgewerbeschule di Zurigo, nel 1953 si trasferisce a Milano. Con il bagaglio di conoscenze apprese lì da Johannes Itten, maestro del Bauhaus, ed Ernst Keller, maestro della tipografia, e la “raccomandazione” in tasca di Frank Thiessing, l'anno dopo è da Antonio Boggeri, già noto per i lavori di grafica che uscivano dal suo studio, grazie anche a collaboratori rimasti pionieri e maestri dell’arte della comunicazione visiva. Passa quindi alla Motta e subito dopo, Max Huber - il noto grafico suo connazionale, ideatore del marchio la Rinascente e del monogramma "lR" - la introduce nell’ufficio di comunicazione dei grandi magazzini milanesi per sostituire Roberto Maderna.

Le si apre un mondo fatto di packaging, cartellonistica, allestimenti per i punti vendita, etichette, inviti nel quale Lara si butta a capofitto usando colori e silhouette, parole e disegni capaci di descrivere con pochi segni la moda del momento o gli umori della stagione o lo spirito degli allestimenti. Ma anche il ritratto di una nuova femminilità. Nel materiale raccolto per la mostra di Chiasso - custodito dal Museum für Gestaltung di Zurigo - è facile riconoscere il tratto quasi infantile e il ritmo musicale con cui personalizza la comunicazione. Snello e diretto, piacevolmente invitante, divenuto connotante dell’epoca.

Fino al 1963, anno in cui lascia Milano per tornare alla nativa Svizzera, dove ancora risiede, ha poi modo di applicare la suainventiva fresca e innovativa, oltre che per altri marchi, anche per i manifesti e l’oggettistica della Pirelli, antesignana dell’utilizzo e della promozione della grafica d’avanguardia. Per mostrare le prestazioni dei pneumatici, ricorre spesso alcollage, tecnica che aveva già sperimentato collaborando con i fotografi Aldo Ballo e Ugo Mulas. E in particolare con un altro suo connazionale, il fotografo Sergio Libis (al secolo Serge Libiszewski).

L’amico la immortalò nel 1960 in un ritratto destinato ad accompagnare il primo articolo su di lei, apparso sulla rivista Graphis a firma di Gillo Dorfles, indiscusso scopritore ed estimatore di talenti destinati a travalicare il tempo.

 



Lectio Magistralis di Leonardo Sonnoli allo IUSVE

Il 14 dicembre 2013 dalle ore 9.00 alle ore 12.30 il Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE ha il piacere di presentare la Lectio Magistralis tenuta da Leonardo Sonnoli, uno dei maggiori designer dell'età contemporanea a livello internazionale, per i corsi di laurea Triennale e Magistrale.

"(...) I lavori di Sonnoli sono imbevuti dello spirito del suo tempo, Zeitgeist direbbero i tedeschi, assolutamente contemporanei per l’uso che lui fa degli strumenti tecnologici, dei materiali e di nuovi linguaggi espressivi, e al contempo assolutamente antichi, che come nel palmo della mano, portano impresse le linee sulle quali si può leggere, lungo la parabola del tempo, tutta la storia della grafica passata e futura.
Nel suo lavoro da designer egli spazia dal progetto di immagine coordinata ai sistemi di identità visive, dalla segnaletica alla comunicazione visiva di eventi culturali, dando un nuovo volto e una nuova dimensione a quell’area della disciplina, che con un nome fin troppo datato, viene chiamata in Italia grafica di pubblica utilità"


L'incontro si svolgerà in Aula Magna del Campus di Mestre e prevede per gli studenti partecipanti un recupero frequenza di 5 ore.

Gli studenti di terzo anno del Campus di mestre in uscita accademica alla Biennale

Il 19 novembre 2013 gli studenti del Laboratorio di comunicazione multimediale del 3° anno del campus di Mestre, tenuto dai professori Andrea Barbato, Davide Barbato e Alessandro Stefanoni, parteciperanno alla visita della 55esima Biennale di Arte di Venezia dal titolo:
Il Palazzo Enciclopedico curata da Massimiliano Gioni.