Risultati del contest Miniere del Fursil per il corso di Laboratorio del secondo anno

Lo staff degli organizzatori delle Miniere del Fursil ha stilato la classifica dei finalisti e dei vincitori per il progetto della comunicazione, del prodotto editoriale e del concept per l’allestimento del Centro Visite Miniere del Fursil di Colle Santa Lucia (Belluno), come tema d’esame nell’ambito del secondo anno del corso di Laboratorio progettuale grafico-pubblicitario e di comunicazione 2017/2018 dei professori Aurelio Chinellato e Giovanni Claudio Noventa. Sono stati valutati tutti i progetti consegnati che hanno superato l’esame. 

Dei 15 progetti selezionati, si mettono in evidenza i lavori che si sono distinti maggiormente per completezza della proposta, pertinenza col tema e originalità nel naming.
La classifica di merito segnala tre gruppi, e una menzione speciale per due gruppi ex aequo; va evidenziato che molti dei team di lavoro esclusi dalla sottoelencata classifica hanno proposto spunti che, presi isolatamente, avrebbero meritato una segnalazione.

Gruppo 1° classificato: Alessandro Caminiti, Matteo Migliaccio, Elia Pavan, Anna Santinon.
Il progetto si è distinto per la maggiore completezza, in quanto ha proposto in maniera esaustiva tutti gli aspetti richiesti dalla committenza: marchio, immagine coordinata, merchandising, prodotti editoriali, proposta di allestimento e infografica del centro visita e della galleria. Dopo un'attenta analisi dei competitors, il gruppo ha realizzato un marchio di immediata comprensibilità che racchiude, con l'agnello e la composizione di lettering, tutti i segni distintivi dell'offerta turistica legata alle miniere, ripresi anche nella figura della mascotte Fursy. L'infografica interna è di notevole interesse per inventiva e analisi dei punti strategici. Risulta valido l’allestimento e l’approccio che è partito da un'esperienza a tutto tondo valutando concetti quali vedere, toccare e leggere. Di impatto la ricostruzione cronologica del percorso di visita pensato in una doppia chiave adulto-bambino con l'alternanza di diverse sensazioni visivo-tattili, attenzione che la committenza voleva venisse posta adeguatamente in evidenza. In generale, il progetto si presenta con grande cura per la contestualizzazione e l’attenzione dei dettagli. E’ evidente il grande lavoro concettuale di studio sui singoli elementi coinvolgendo il centro visite e anche lo spazio esterno.

Gruppo 2° classificato: Martina Voltarel, Chiara Zaniol, Roberta Zanon.
Il progetto in esame è nel complesso di piacevole fattura e concezione. Il marchio è risultato di facile comprensione e leggibilità, veicola chiaramente quanto delle miniere si desidera far conoscere al visitatore. Interessante è stata l'ideazione di Numa, il personaggio che si trova nella storia della Delibana con la sua mascotte Civita che però, non essendo un cardine della storia mineraria del Fursil, non è parsa essere la mascotte ideale.
Di notevole impatto il pay off La Magia della miniera, in quanto evoca nel visitatore curiosità e mistero. Nell'insieme l’immagine coordinata e l'infografica risultano essere lineari e chiare. Partendo da tre filoni educativi quali, territorio, miniere e storia, è parsa molto interessante la suddivisione dello spazio espositivo in tre aree sensoriali comprendenti alcuni esperimenti e i 4 elementi naturali intimamente connessi con la lavorazione del minerale; va anche precisato che questo aspetto ha inficiato la contestualizzazione storica che la committenza ritiene essere un cardine dell'esposizione interna all'edificio. Significativa per l'allestimento, l'idea della canzone per entrare in galleria, che denota una spiccata attenzione alla componente emozionale che da sempre la committenza ha ritenuto importante.

Gruppo 3° classificato: Anna Dante, Gioele Favaretto, Margherita Padovan, Federica Polet.
Il progetto in esame ha colpito piacevolmente per l'idea avuta nel trasformare il nome Medol (antica denominazione delle gallerie) in un acronimo che possa esprimere l'esperienza mineraria con una lingua internazionale come l'inglese. Mine Experience Dolomites non denota unicamente l'esperienza dolomitica in miniera che la committenza desidera promuovere, ma anche l’esperienza personale che ognuno farebbe nel panorama dolomitico. La polivalenza e l'internazionalità dei significati sono sicuramente un punto a favore del progetto, abbinati alla particolare texture sfaccettata estesa all’atto allestitivo che richiama una parete rocciosa. Se tale aspetto ha destato molto interesse, un po' più debole è risultata la parte di contestualizzazione storica, mentre risulta sufficiente la resa dell'infografica.

Segnalazione ex aequo 4° classificato
gruppo: Francesca Fincato, Greta Lancerin, David Sarappa, Ilaria Zilio.
gruppo: Diana De Stefano, Giulia Girardi.

Nonostante i lavori dei due gruppi piazzatisi ex aequo siano stati giudicati leggermente meno convincenti rispetto ai progetti sopracitati o non completi su tutti i punti richiesti, si riserva loro una menzione speciale per l’ideazione della corporate in generale, la cura della ricerca nell’exhibit, la presentazione di insieme e la composizione visiva del progetto.

Gruppo 6° classificato: Matteo Archondis, David Ferrel, Giada Gaianigo, Alberto Gaspari, Nicole Mottin.
Gruppo 7° classificato: Greta Bigatti, Antonella De March, Alessandro De Marco, Silvia Maurina.
Gruppo 8° classificato: Alvise Bertolin, Elisa Pizzato, Emily Salmaso.
Gruppo 9° classificato: Judy Casagrande, Matteo Nardin, Giordano Maria Segato, Giovanni Tosato.
Gruppo 10° classificato: Cristina Zaccagni, Sara Gamberini.
Gruppo 11° classificato: Alberto Della Nora, Marco Paluetto, Anna Pellizzaro, Giulia Scattolon.
Gruppo 12° classificato: A. Garbin, A. Pavan.
Gruppo 13° classificato: Giulia Azimo, Ilaria Cogo, Sara Fabris.
Gruppo 14° classificato: Aurora Bertin, Alessia Diotto, Giulia Marchiori, Benedetta Virtute.
Gruppo 15° classificato: Francesca Carlotti, Michele Fasani, Alessandro Masoudi, Lorenzo Testoni Campedelli.

Visto la professionalità del lavoro svolto, i risultati di ottima fattura e l’impegno profuso; nel mese di agosto verrà organizzata un’esposizione dei progetti presso gli spazi della sede municipale di Colle Santa Lucia.

Un particolare ringraziamento al Direttore del Dipartimento di Comunicazione Mariano Diotto, ai docenti Aurelio Chinellato e Giovanni Claudio Noventa per l’opportunità accordataci e agli studenti per il lavoro svolto.