images/grafica/TESTATE/STC/TESI_DI_LAUREA/LE-NOSTRE-ECCELLENZE.png

Eccovi gli studenti che si sono laureati nella nostra università con il massimo dei voti nel corso di Baccalaureato/Laurea Triennale in Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale.

Travel 2.0: Come è cambiato il business dei viaggi in Italia grazie a travel blogger e Instagramers

Studente: Martina Tommasi 
Titolo tesi: Travel 2.0: Come è cambiato il business dei viaggi in Italia grazie a travel blogger e Instagramers.
Docente relatore: Prof. Francesco Sordi
Docente controrelatore: Prof. Valerio Mariani
Presidente commissione di tesi: Prof. Nicolò Cappelletti
Data discussione tesi: 9 marzo 2018
Laurea Internazionale in:Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Oggi gli aspiranti viaggiatori sono sempre più connessi, coscienti e integrati all’emergente “network of trust” che lega loro agli influencer, travel blogger e Instagramers. Con Instagram e i travel blog, le modalità di scelta del viaggio sono state modificate, ma quanti ne riescono realmente a cogliere le potenzialità? I capitoli della tesi rispondono a tanti diversi quesiti, orientandosi nello specifico sulle figure degli Instagramers e dei blogger: quali sono i fattori abilitanti per l’importante fase di transizione verso il Travel 2.0? Quali sono gli elementi che rendono efficaci Instagram e i blog nel contesto dei viaggi? Esistono dei casi reali di successo?

Nowadays the wannabe travellers are increasingly connected, conscious and integrated at the emergent “network of trust” which links them to the influencers, the travel bloggers and the Instagramers. With Instagram and the travel blogs, the decisions regarding the choice of the trip are changed, but how many people can really take chances from these? The following chapters are going to answer to many different questions, moving towards the figures of Instagramers and bloggers: which are the enabling factors of this important transitional phase towards the Travel 2.0? Which are the elements that make Instagram and the blogs efficient in travel sector? Are there great success stories?

Novant’anni di Casabella. Ipotesi di un progetto editoriale

StudenteLinda Mazzer
Titolo tesiNovant’anni di Casabella. Ipotesi di un progetto editoriale
Docente relatoreProf. Aurelio Chinellato
Docente controrelatore: Prof. Alessandro Stefanoni
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 20 marzo 2018
Laurea Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La tesi nasce dalla volontà di ricordare e celebrare un nome fondamentale nel settore della grafica editoriale: «Casabella», storica rivista di architettura e riferimento sicuro per i cultori del graphic design. In occasione del novantesimo anniversario della rivista, nel 2018, si ipotizza la realizzazione di un prodotto editoriale che abbia come obiettivo quello di veicolare la cultura della progettazione in senso lato, architettonica e grafica, instaurando un parallelo tra le due discipline. Il percorso progettuale si sviluppa dall’analisi approfondita del tema: la storia e le caratteristiche legate all’estetica di Casabella fungono da linee guida per la creazione del volume in onore dei novant’anni della rivista, dimostrando come la lezione del passato possa essere assolutamente attuale.

The thesis wants to remember and celebrate a fundamental name in the field of editorial design: «Casabella», historical magazine of architecture and important reference point for graphic designers. It is assumed the realization of a book in honour of the ninetieth anniversary of the magazine, in 2018: the aim of the project is to transmit the culture of “design” in a broad sense, establishing a parallel between the two disciplines of architecture and graphic design. The project develops from the deepened analysis of the theme: the history and the aesthetics of Casabella serve as a model for the creation of the volume in honour of the magazine’s anniversary, in order to demonstrate how the lesson of the past could be absolutely current.

Analisi del mercato web business to business

Studente: Sarli Riccardo
Titolo tesi: Analisi del mercato web business to business
Docente relatore: Prof. Daniele Callini
Docente controrelatore: Prof. Ferruccio Cavallin
Presidente commissione di tesi: Prof. Nicolò Cappelletti
Data discussione tesi: 14 marzo 2018
Laurea Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La motivazione di questa tesi nasce dall’esigenza di approfondire la conoscenza del mercato “Web Business to Business” (B2B) e all’utilizzo dei Portali Web come strumenti strategici per raggiungere determinati obiettivi. L’economia dell’informazione influenza oramai tutti gli elementi della produzione e del consumo, trasformando con una rapidità mai vista prima prodotti, mercati, soluzioni tecnologiche, competenze, canali distributivi e sistemi di comunicazione. In questo scenario il web diventa una risorsa indispensabile per monitorare la realtà mutevole e per comunicare con i pubblici aziendali esterni. Risulta, quindi, strategica la comprensione delle opportunità connesse agli spazi e alle potenzialità dei servizi Web rivolti alle imprese. Il progetto ha avuto una duplice finalità, culturale e professionale, indirizzata prevalentemente a delineare le tipologie e i fattori di successo dei Portali Web B2B, ad analizzare la domanda potenziale del mercato, a comprendere gli elementi che influenzano il processo di acquisto dei servizi Web B2B da parte delle imprese, a comprendere la comunicazione nell’offerta dei servizi B2B e ad effettuare un Caso Studio di una potenziale azienda operante nel mercato B2B italiano del settore arredamento con produzione dedicata al prodotto cucina e living che avesse come obiettivo una comunicazione selettiva, informativa e razionale.

The reason for this work comes from the need of a deeper knowledge of the “web business to business” (B2B) market, and is born thanks Web Portal as strategig tools to reach business goals. The information economy influences every stage of producing and cosuming goods, transforming products, markets, tech solutions, skills, distribution channels and communications at a speed we have never seen. In this scenario, web becomes an essential resource in order to track mutations and to communicate with external audience. Understanding all the opportunities connected to spaces and potentials of business solutions online is extensively strategic. This project has a double goal, cultural and professional aiming firstly to outline patterns and success factors of web portals; secondly to examine the potential demand of the market, to understand what affects the B2B web solutions buying process on the companies perspective; to understand communications in B2B solutions; and finally to conduct a Case Study of a prospecting Italian B2B company in the kitchen and living furniture sector, which goal is a selective, informative and rational communication.

Il Sé nel volto dell’altro: il ruolo della Fotografia nella formazione dell’identità personale

Studente: Federico Meuli 
Titolo tesi: Il Sé nel volto dell’altro: il ruolo della Fotografia nella formazione dell’identità personale
Docente relatore: Prof. Michele Marchetto
Docente controrelatore: Prof.ssa Federica Negri
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Emilia Brovero
Data discussione tesi: 14 marzo 2018
Laurea Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Con questa tesi mi propongo di sviluppare il pensiero di Ferdinando Scianna in relazione alla pubblicazione Lo specchio vuoto, alla luce del pensiero antropologico di Paul Ricouer. Una volta strutturata la base antropologico-filosofica si studieranno le connessioni tra l’identità della persona e la storia della fotografia del Novecento, focalizzandosi sui progetti di autori significativi. Dalla fotografia di August Sander, Diane Arbus, Francesca Woodman si arriverà a studiare il caso della mostra autobiografica di Marin Karmitz. Si vuole così comprendere come la fotografia da strumento per documentare la realtà si sia trasformato anche in strumento del pensiero.

The main purpose of my study is to develop the thought of Ferdinando Scianna in relation to the essay Lo specchio vuoto in the view of Paul Ricoeur’s antrophological theory. Once the anthropological-philosophical basis is structured, the connections between the identity of the person and the history of twentieth century photography will be studied, focusing on the projects of significant authors. From the photography of August Sander, Diane Arbus and Francesca Woodman I will come to study the case of the autobiographical exhibition by Marin Karmitz. The aim of this essay is to understand how photography as a tool for documenting reality has also become an instrument of thought.


Media alternativi e trasmissione di cultura: progettazione di una fanzine sulla filosofia del Do It Yourself

Studente: Camilla Reginato 
Titolo tesi: Media alternativi e trasmissione di cultura: progettazione di una fanzine sulla filosofia del Do It Yourself
Docente relatore: Prof.ssa Anna Saccani
Docente controrelatore: Prof.ssa Anna Rebeschi
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 13 marzo 2018
Laurea Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Nonostante rappresentino uno dei fenomeni più interessanti e creativi della stampa alternativa, settant’anni dopo la loro comparsa nel nostro Paese, le fanzine non godono di un’ampia popolarità. Spiegarne le ragioni, definire il contesto storico e le motivazioni che le hanno originate, individuarne le specificità e valutarne i risultati costituiscono lo scopo di questa ricerca. Un percorso articolato in quattro capitoli che definisce la genesi e l’essenza di questo particolarissimo strumento comunicativo e che successivamente, attraverso l’analisi della documentazione bibliografica – correlata particolarmente alla trattazione sviluppata dalla storia dei media, dall’antropologia filosofica, dalla psicologia e dalla sociologia della comunicazione – apre alla possibilità di pervenire a una serie di considerazioni, necessarie a delineare un quadro d’insieme del fenomeno. Realizzare una fanzine ha poi significato portare a compimento il tentativo di calarsi dentro a un processo ideativo molto singolare e tradurre in vivida esperienza i concetti compositivi elaborati nella visione della più ampia raccolta nazionale di fanzine – la Fanzinoteca d’Italia di Forlì – e nelle suggestioni raccolte dall’intervista al suo direttore.

Although fanzines may well be considered one of the most interesting and creative phenomenon on the alternative press scene, seventy years after their first appearance in our country they still do not enjoy wide popularity or acknowledgement. My research aims to explain the reasons, define the historical context and the motivations that originated them, identify their specificities and evaluate their results. A path articulated in four chapters defining the essence of this particular communicative tool which subsequently – through the analysis of the bibliographic documentation, correlated particularly to the treatment developed by History of the Media, by Philosophical Anthropology, by Psychology and by Sociology of Communication – enables us to make the necessary considerations and outline the overall picture of the phenomenon. The realization of a fanzine has therefore meant falling into a unique and singular thinking process, literally translating into vivid experience the compositional concepts elaborated after visiting the widest national Fanzine Collection in Forlì (Fanzinoteca d'Italia) and interviewing its Director.

L’estetica del limite. Un’interpretazione dello Shock nel contemporaneo

Studente: Mantesso Elena
Titolo tesi: L’estetica del limite. Un’interpretazione dello Shock nel contemporaneo
Docente relatore: Prof.ssa Federica Negri
Docente controrelatore: Prof. Carlo Meneghetti
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Bandiera Giovanna
Data discussione tesi: 6 marzo 2018
Laurea Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

In un contesto dove l'immagine è tutto, si assiste ad un'apertura verso nuovi gusti, definibili al limite del bello ma comunque cercati e fruiti dall'individuo. L'elaborato si pone come obiettivo, dopo aver ripercorso le tappe essenziali dell'estetica, di analizzare la modalità dell'esperire che contraddistingue la contemporaneità, individuando il nuovo rapporto che si instaura tra fruitore e prodotto estetico. L'obiettivo sarà quello di fornire, attraverso un'accurata revisione della letteratura, dei possibili spunti riflessivi per permette al soggetto di adottare un punto di vista critico in merito alle esperienze estetiche che ogni giorno ci coinvolgono.

Within a context in which image is everything, a new tendency can be noticed, opening towards new tastes. This new kind of taste might be defined as borderline to the concept of beauty; nevertheless it is sought after and used by the individual. After having retraced the essential steps of aesthetics, we aim to analyze through this work the peculiar experience which marks the contemporary society, highlighting the new relation set between the user and the aesthetic product. Through an accurate literature review, our main task will be offering possible suggestions for a subject to explore, in order to develop a critical sense related to the daily aesthetic experiences of life.

Comunicare controcorrente: il caso Lush e la forza del naked packaging

Studente: Elisa Riatto 
Titolo tesi: Comunicare controcorrente: il caso Lush e la forza del naked packaging
Docente relatore: Prof.ssa Greta Ruffino
Docente controrelatore: Prof. Claudio Giovanni Noventa 
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 12 gennaio 2018
Laurea Internazionale in:  Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Siamo circondati da migliaia di prodotti che cercano di attirare la nostra attenzione con i loro involucri vistosi e particolari poiché questo è diventato il modo più inflazionato per farsi notare tra l’immensa gamma di offerta. Questo però non è il caso di Lush, l’azienda di cosmetici che ha saputo rivoluzionare il modo di comunicare spingendosi controcorrente rispetto ai suoi avversari; naked packaging, handmade, cruelty-free, environment caring, tribal marketing, queste alcune direttrici che hanno portato il marchio all’inaspettato successo. Il focus principale resta una grande innovazione che è al contempo un ritorno alle origini: così come al fuoco si risponde con l’acqua, il brand ha risposto al packaging con il no packaging.

We’re surrounded by thousands of products that try to draw our attention thanks to their flashy and particular packaging because that’s the most inflated way to be noticed among the huge range of offer. But that’s not Lush, the cosmetic company that has managed to revolutionize the commercial communication by going upstream compared to its competitors; naked packaging, handmade, cruelty-free, environment caring, tribal marketing, these are some of the guidelines that have brought an unbelievable success to the brand. The main focus still remains on a big innovation, that is at the same time a get back to the roots: as well as we answer fire with water, Lush answers packaging with no packaging.

Food Experience: un nuovo modo di vivere il prodotto

Studente: Valentina Trevisanello 
Titolo tesi: Food Experience: un nuovo modo di vivere il prodotto
Docente relatore: Prof. Mariano Diotto
Docente controrelatore: Prof.ssa Federica Negri
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 10 gennaio 2018
Laurea Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazion grafica e multimediale

I principali cambiamenti sociali derivati da una realtà in costante mutazione, impongono e richiedono una trasformazione radicale nel modo di comunicare. Le aziende, soprattutto quelle che si occupano di food & beverage, con la nascita di nuovi mercati, hanno bisogno di reinventarsi, di creare contenuti di spessore che inneschino delle relazioni. Il mercato è in continua mutazione e tutto ciò che fino a ieri era la strategia migliore, oggi potrebbe non funzionare e non essere efficace. Allo stesso modo i musei hanno la necessità di evolversi e di coinvolgere i visitatori che necessitano di nuovi stimoli e nuove esperienze. L’obiettivo finale della tesi è la realizzazione di un museo esperienziale d’impresa legato al food con un approccio museale basato sull’esperienza e un nuovo modo di vivere il prodotto. Tali prerogative permetteranno al brand di acquisire notorietà e ampliare le opportunità di business. Si è realizzato un esempio concreto con il noto brand veronese di prodotti da forno: Bauli.

The main social changes originated by a continous mutant reality dictate a radical change in communication methods. With the birth of new markets, companies, especially in the food and beverage field, need to reinvent themselves and produce high quality contents to trigger new connections. Marketplace is continuously changing and what recently was the best strategy, now could not be effective. In the same way museums need to evolve and engage visitors that want to live new experiences. The final purpose of the following work is the realization of a corporate experiential museum in the food market, reinventing a new museum approach based on experience and a new way to live the product. These traits allow the brand to acquire reputation and expand business opportunities. It has been realized a concrete example with the notorious brand for baled products made in Verona : Bauli.

Fertility Day: analisi e piano marketing di un’iniziativa ministeriale

Studente: Chiara Piaia
Titolo tesi: Fertility Day: analisi e piano marketing di un’iniziativa ministeriale.
Docente relatore: Prof. Francesco Sordi
Docente controrelatore: Prof. Cristiano Dalpozzo
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 9 gennaio 2018
Laurea Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La comunicazione deve essere al servizio di tutti, perché non c’è relazione se non c’è comunicazione. Ma quando una campagna fallisce lo scopo per cui è stata realizzata, merita di essere analizzata e riconsiderata per un impiego futuro. Il Fertility Day, oggetto di questa tesi, è stato un caso nazionale di cui hanno parlato anche le testate giornalistiche estere, perché vìola i principi etici di trasparenza, servizio e rispetto alla base dell’istituzione. Dopo una dettagliata analisi e un confronto con altre campagne europee, si è potuto osservare come l’errore alla base sia la mancanza di aderenza al contesto di riferimento in cui essa doveva collocarsi. Le linee guida per una futura campagna sulla fertilità si pongono come una proposta per ripristinare una comunicazione istituzionale che metta al centro la persona.

Communication must be at everyone's service, because there is no relationship without communication. But when a campaign fails the purpose for which it was realized, it deserves to be analyzed and reconsidered for future employment. The Fertility Day, the subject of this thesis, was a national case that foreign newspapers have also talked about, because it violates the ethical principles of transparency, customer care and respect, basis of institution. After a detailed analysis, a compare with other European campaigns, it was possible to observe how the basic mistake is the lack of adherence to the social context in which it was to be placed. The guidelines for a future campaign on fertility are developed as a proposal to restore an institutional communication that puts the person at the center.