images/grafica/TESTATE/STC/TESI_DI_LAUREA/LE-NOSTRE-ECCELLENZE.png

Eccovi gli studenti che si sono laureati nella nostra università con il massimo dei voti nel corso di Baccalaureato/Laurea Triennale in Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale.

La comunicazione nel mondo del business to business tra marketing e digital communication: progettazione di un'identità dinamica per l'azienda &Love S.r.l.

Studente: Samuele Franceschetto
Titolo tesiLa comunicazione nel mondo del business to business tra marketing e digital communication: progettazione di un'identità dinamica per l'azienda &Love S.r.l.
Docente relatore: Prof. Andrea Barbato
Docente controrelatore: Prof. Claudio Giovanni Noventa
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Chiara Bertato
Data discussione tesi: 9 gennaio 2020
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Ogni azienda si fonda e cresce attorno a una determinata mission, vision e proposta valoriale, e decide di comunicarsi alle persone attraverso un marchio adeguatamente progettato. Quando le informazioni da trasmettere sono più complesse e articolate è difficile farne una sintesi in un’immagine tradizionale e una soluzione attuale è inserire un dinamismo all’interno dell’identità visiva. In questo progetto di tesi viene studiato il caso studio dell’azienda &Love, analizzando il contesto di digital transformation in cui opera e come le sue necessità comunicative possono essere risolte attraverso la creazione di un’identità di tipo fluido.

Each company is based around a specific mission, vision and value proposition and decides to communicate through an appropriate designed logo. When the informations to convey are too difficult and articulated to fit in a traditional logo a good solution is to insert a dynamism within the visual identity. In this paper the case study of the company &Love is studied by analyzing the digital transformation context in which it operates and how its communication needs can be solved by creating a fluid identity.

Arousal e creatività: ricerca sperimentale mediante dispositivo di realtà virtuale e biofeedback

Studente: Marta Carrer
Titolo tesiArousal e creatività: ricerca sperimentale mediante dispositivo di realtà virtuale e biofeedback
Docente relatore: Prof. Davide Maria Marchioro
Docente controrelatore: Prof.ssa Luisa Perotti
Presidente commissione di tesi: Prof. Cosimo Marco Scarcelli
Data discussione tesi: 9 gennaio 2020
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La presente ricerca si pone l’obiettivo di studiare gli effetti dell’attivazione fisiologica sulla creatività, attraverso l’utilizzo della realtà virtuale. Il campione di riferimento constava di 24 studenti, provenienti dai dipartimenti di Psicologia e Comunicazione dell’Istituto Universitario Salesiano di Venezia (età media: 23,36, deviazione standard: 1,34; 14 femmine, età: 22 ± 25 anni; 10 maschi, età: 21 ± 26 anni), i quali si sono sottoposti alla sperimentazione in modo volontario. Il campione è stato quindi suddiviso in due sottogruppi, ciascuno di 12 studenti, destinati a due esperienze diverse tramite VR: una survival-horror, finalizzata a provocare l’attivazione fisiologica, l’altra di tipo ‘neutro’, che aveva lo scopo di limitare i livelli di attivazione fisiologica (arousal). Per testare la creatività nei soggetti è stato somministrato il test della Torre di Londra (TOL), che valuta la capacità di problem solving, assumendo che vi fosse una correlazione diretta tra problem solving e creatività, così come ipotizzato da Weisberg e, successivamente, 1 da Golnabi2. Contemporaneamente, per rilevare il livello di attivazione fisiologica, i soggetti sono stati monitorati attraverso il Biofeedback che, tra gli indici rilevati, permette di osservare il livello di conduttanza (‘skin conductance’), direttamente collegato con l’arousal. L’ipotesi principale era che i soggetti sollecitati maggiormente si dimostrassero più capaci di risolvere problemi rispetto ai soggetti che prendevano parte all’esperienza neutra. Contrariamente alle aspettative, i risultati hanno dimostrato che l’attivazione fisiologica inibisce la capacità di problem solving, con potenziali effetti sulle capacità creative dei soggetti partecipanti.

This study aims to examine the effects of physiological activation on creativity through the use of virtual reality. The reference sample consisted of 24 students in the Department of Psychology and Communication of Salesian University Institute in Venice (average age: 23.375, standard deviation: 1.34; 14 females, age: 22 ± 25 years; 10 males, age: 21 ± 26 years) who participated in the experiment on a voluntary basis. The sample was then divided into two subgroups, containing 12 students, for testing two different experiences through VR: one survival-horror aimed at causing physiological activation, the other, neutral, aimed to limit the levels of physiological activation (arousal). In order to test the creativity of the participants, the Tower of London test was administered. This test assesses problem solving, assuming that there is a direct correlation between problem solving and creativity, as had been hypothesized before by Weisberg 1 and then by Golnabi2. At the same time, to detect the level of physiological activation, the subjects were monitored through biofeedback which, among the detected indices, allows to observe the level of conductance (‘skin conductance’) connected to the arousal. The main hypothesis was that the most solicited participants will prove to be more capable at problem-solving than those, who took part in the neutral experience. Contrary to the expectation, the results showed that the physiological activation inhibits the problem-solving, with potential effects on the creative abilities of the participants.

Combattere la pubblicità con la pubblicità: la Culture Jamming e il potere del linguaggio visivo

Studente: Chiara Benedettini
Titolo tesiCombattere la pubblicità con la pubblicità: la Culture Jamming e il potere del linguaggio visivo
Docente relatore: Prof.ssa Federica Negri
Docente controrelatore: Prof. Matteo Adamoli
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Chiara Bertato
Data discussione tesi: 9 gennaio 2020
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

«In un piccolo gruppo, quando tutti i presenti tengono una cospirazione del silenzio, una singola parola di verità risuonerà come un colpo di pistola». Si tratta di una citazione di Czeslaw Milosz, poeta e saggista polacco, nonché Premio Nobel per la letteratura nel 1980. Appare singolare come una frase di appena ventiquattro parole possa riassumere in maniera così precisa la condizione di partenza, la natura intrinseca e la diretta conseguenza delle azioni di un fenomeno tanto vasto quanto eclettico come la Culture Jamming. In una società narcotizzata dall’iper-comunicazione, che svolge il suo lavoro di persuasione nell’indifferenza, i jammers si pongono l’obiettivo comunicare la verità. Nonostante si tratti di un fenomeno rilevante nel panorama contemporaneo, dato lo spessore dei temi affrontati, l’interferenza culturale non gode ancora della popolarità che invece meriterebbe. In questa tesi si vogliono quindi approfondire gli aspetti problematici della comunicazione nella società odierna, con un focus su quella pubblicitaria, per poi analizzare l’azione rivoluzionaria dei jammers, le tecniche utilizzate e i risultati ottenuti, insieme agli aspetti critici riscontrabili.

«In a small group, when everybody hold a conspiracy of silence, a single word of truth will sound like a gunshot». This is a quote by Czeslaw Milosz, a polish poet and essayist, as well as a Nobel Prize in literature in 1980. It’s curious that a twenty-four words sentence can precisely summarize the starting condition as well as the intrinsic nature and the direct consequence of a phenomenon as wide as eclectic like Culture Jamming. In a society narcotized by hyper-communication, which carries out its work of persuasion among indifference, the jammers set themselves the goal of communicating the truth. Although it’s a relevant phenomenon in the contemporary period, given the topics’ depth, Culture Jamming still does not enjoy the popularity it deserves. Therefore, in this thesis, we want to deepen the problematic aspects of communication in today's society, with a focus on advertising, to then analyze the revolutionary action of the jammers, the techniques used and the results obtained, together with the critical aspects.


Il Nostalgia Marketing come strumento efficace di vendita

Studente: Valentina Petillo
Titolo tesiIl Nostalgia Marketing come strumento efficace di vendita
Docente relatore: Prof.ssa Chiara Bertato
Docente controrelatore: Prof. Davide Barbato
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 8 gennaio 2020
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Nella tesi si è dimostrato quanto nel panorama odierno, caratterizzato da una continua ricerca della novità, l’uomo abbia bisogno di volgere lo sguardo al passato attraverso la nostalgia. Un sentimento che richiama il passato ma che, dialogando con il presente, è in grado di aprire nuove prospettive future in ambiti che spaziano dalla letteratura e il cinema alla politica, fino ad arrivare alla comunicazione pubblicitaria. Attraverso un’analisi sociologica e psicologica si è dimostrato quali siano le leve che rendono così potente questo sentimento e come si sia fatto spazio nel mondo del consumo. Il Nostalgia Marketing include tutte le strategie che propongono ai consumatori di oggi prodotti legati ai sentimenti di ieri. Nella tesi si sono analizzate le principali tecniche e, con l’aiuto di casi studio, le caratteristiche che una azienda deve possedere per costruire un’efficace strategia basata sulla nostalgia.

This dissertation shows how in today's world, characterized by a continuous search of innovation, people needs to turn their gaze to the past through nostalgia. A feeling that refers to the past but that, in dialogue with the present, is able to open new future perspectives in areas that range from literature and cinema to politics, up to advertising communication. Through a sociological and psychological analysis it has been shown what are the elements that make this feeling so powerful and how it has entered in the consumer world. Nostalgia Marketing includes all the strategies that offer today's consumers products related to yesterday's feelings. The dissertation analyzed the main techniques of Nostalgia Marketing and, using case histories, which are the necessary characteristics that a company must possess to build an effective strategy based on nostalgia.

Brand identity di una società a partecipazione pubblica: il logo dinamico per Alto Trevigiano Servizi

Studente Riccardo Massarotto
Titolo tesiBrand identity di una società a partecipazione pubblica: il logo dinamico per Alto Trevigiano Servizi
Docente relatore: Prof. Andrea Barbato
Docente controrelatore: Prof.ssa Arianna Novaga
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 8 gennaio 2020
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Il tema di questo elaborato tratta l’identità dinamica nella sua definizione, nei suoi principi e nelle sue applicazioni. Si andrà ad indagare il concetto di identità da un punto di vista semiotico, se ne tracceranno gli aspetti che le conferiscono dinamicità e si cercherà di evidenziare come un’azienda di servizi possa trarne vantaggi comunicativi nella società contemporanea. Le riflessioni sull’argomento troveranno una sintesi applicativa nella realizzazione di un progetto di identità dinamica per Alto Trevigiano Servizi, azienda a partecipazione pubblica che gestisce il sistema idrico in molti comuni del territorio trevigiano.

The purpose of this thesis is to define the concept of dynamic identity, its principles and applications. It aims to analyze the concept of identity from a semiotic point of view, with reference to the aspects that build dynamism, while also highlighting the benefits it brings to a service company in terms of communication in present-day society. On-topic considerations will be practically applied to a dynamic identity project on behalf of Alto Trevigiano Servizi, a publicly owned company managing the water system in the area around Treviso.


Fotografia per il Design e il caso di Alessi. Un progetto fotografico ispirato alle opere dei Ballo

Studente: Vanessa Fontebasso
Titolo tesiFotografia per il Design e il caso di Alessi. Un progetto fotografico ispirato alle opere dei Ballo
Docente relatore: Prof.ssa Arianna Novaga
Docente controrelatore: Prof.ssa Mariagrazia Villa
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 8 gennaio 2020
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La presente ricerca nasce con la volontà di studiare la potenza comunicativa della fotografia in relazione al mondo del design industriale per comprendere quanto sia influente nella percezione che abbiamo nei confronti degli oggetti di design. Per un’analisi più approfondita è stato preso in considerazione un caso studio emblematico, l’azienda Alessi, la quale si è fatta conoscere in tutto il mondo grazie alle fotografie di professionisti che sono riusciti a valorizzare i singoli progetti. Dalla prima fase di analisi verrà sviluppato un progetto fotografico che riprenderà le scelte stilistiche della figura che più ha influito sul successo dell’azienda, Aldo Ballo, con lo scopo di rendere omaggio al grande fotografo e confermare come la fotografia sia uno strumento di comunicazione fondamentale per arrivare al consumatore contemporaneo.

This research aims to study the communicative power of photography in relation to the world of industrial design, to understand how influential it is in the perception we have towards design objects. For a more in-depth analysis, an emblematic case study was considered, the company Alessi, an Italian company known all over the world thanks to its design objects and design photos. From the first phase of analysis will be developed a photographic project that will resume the stylistic choices of Aldo Ballo, the most famous photographer who has worked with the company. The goal is to pay homage to the great photographer and to confirm that photography is a fundamental communication tool to reach the contemporary consumer.

I meccanicismi delle tecnologie digitali e del biopotere: la logica comunicativa di Bandersnatch

Studente: Rodica Vilcu
Titolo tesiI meccanicismi delle tecnologie digitali e del biopotere: la logica comunicativa di Bandersnatch
Docente relatore: Prof.ssa Federica Negri
Docente controrelatore: Prof.ssa Mariagrazia Villa
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 8 gennaio 2020
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Lo scopo di questa tesi . realizzare una riflessione filosofica del rapporto tra l’uomo contemporaneo e la tecnica, aspetto sempre pi. caratterizzante la nostra realt.. Da qui, ne deriva la possibilit. di comprendere i mutamenti generati nei diversi ambiti della vita: da un lato, l’evoluzione accelerata delle tecnologie e, dall’altro, una regressione della condizione umana. Nello specifico, verrà analizzata una nuova forma di spettacolarizzazione dell’intrattenimento delle serie TV, prendendo come caso studio l’episodio interattivo di Black Mirror: Bandersnatch. Partendo da un approfondimento antropologico sull’evoluzione della tecnica, si cercher. di delineare come la tecnologia influenzi il libero arbitrio di ciascuno durante la fruizione delle nuove piattaforme. Esse, infatti, contribuiscono alla creazione di nuovi immaginari spettacolarizzanti che si ripercuotono sulla realt. sociale e, allo stesso tempo, registrano i dati, creando una nuova forma di controllo e manipolazione sugli individui: il biopotere. All’interno di questi nuovi contesti narrativi, diventa determinante approfondire, pertanto, la dimensione etica e la consapevolezza delle scelte effettuate online e offline, la necessit. di un’alfabetizzazione digitale dell’info-sfera, nonchè di un’educazione ai nuovi media che trasformano l’intrattenimento in forme partecipative sperimentali e contribuiscono alla raccolta dei big data.

The purpose of this thesis is to realize a philosophical consideration about the relationship between contemporary humans and technique which has become a peculiar aspect of our reality. Starting from here, it derives the possibility of understanding the changes generated in the different aspects of our life: on one hand, the accelerated evolution of technologies and, on the other, a regression of the human condition. Specifically, a new form of TV Series will be analyzed taking, as case study, the interactive episode of Black Mirror: Bandersnatch.
Starting from an anthropological study of the technology evolution, I will try to outline how technology influences the “free will” of each person during the use of this new platforms. Indeed, they contribute to the creation of new spectacularizing imaginaries that affect our social reality and, at the same time, they record our data creating a new form of control and manipulation of individuals: the biopower. Inside these new narrative contexts, it became relevant the ethical dimension and the awareness of the choices made online and offline, the necessity of a digital literacy and an education to the new media that transform the entertainment in experimental participatory forms that contribute to the big data collection.

Il fenomeno del Greenwashing e le sue implicazioni etiche

Studente: Gaia Chiesurin
Titolo tesiIl fenomeno del Greenwashing e le sue implicazioni etiche
Docente relatore: Prof.ssa Mariagrazia Villa
Docente controrelatore: Prof. Matteo Adamoli
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 8 gennaio 2020
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La tesi sviluppata prende in considerazione un fenomeno molto attuale: il greenwashing, che consiste nell’ideazione di strategie comunicative poco trasparenti e scorrette da parte delle aziende, che vogliono ottenere, in breve tempo, una brand image che le identifichi come sensibili alle problematiche ambientali. L’obiettivo è di trovare delle risposte in merito alla nascita e alla diffusione del greenwashing, con particolare attenzione a ciò che è possibile fare per fermare questa pericolosa moda e rendere più etiche le imprese rispetto all’argomento.

The developed thesis considers a very current phenomenon: greenwashing, that consists in the devising of not transparent and unfair communication strategies by companies, who want to obtain, in a short time, a brand image that identifies them as sensitive to environmental problems. The goal is to find answers about the birth and spread of greenwashing, with particular attention to what can be done to stop this dangerous trend and make business more ethical.

L'editoria indipendente : lo stato attuale del panorama italiano in un progetto editoriale dedicato

Studente: Giorgia Grandi
Titolo tesiL'editoria indipendente : lo stato attuale del panorama italiano in un progetto editoriale dedicato
Docente relatore: Prof.ssa Anna Saccani
Docente controrelatore: Prof. Davide Barbato
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Emilia Brovero
Data discussione tesi: 18 ottobre 2019
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

L’editoria è la protagonista di questo lavoro di tesi, ma non quella che tutti noi conosciamo, bensì la piccola editoria indipendente. Questa, anche se risulta poco nota, è presente all’interno del mercato editoriale e ricopre un ruolo fondamentale nella difesa della bibliodiversità e dell’espressione intellettuale. Quindi l’obiettivo è quello di portarla all’attenzione della società approfondendone, in un primo momento, il significato anche grazie all’analisi di alcune piccole case editrici rappresentative del panorama italiano attuale, per poi analizzare il più ampio contesto in cui essa si colloca. Al lavoro di tesi si è deciso di affiancare un prodotto editoriale che tratta il tema specifico dell’editoria indipendente. La sua progettazione si è sviluppata a trecentosessanta gradi con attenzione e cura, così da confezionare un libro in grado di comunicare la filosofia della piccola editoria.

Publishing is the protagonist of this thesis work, but not the one we all know, but rather the small independent publishing. Even if it is not well-known, the independent publishing is part of the book market and plays a key role in the defense of bibliodiversity and intellectual expression. Therefore, the aim is to bring it to the attention of people both by deepening its meaning also thanks to the analysis of some small publishing houses representative of the current Italian panorama and by analyzing the broader context in which it is located. The thesis in supported by the creation of an editorial product that talks about independent publishing. It is globally designed with attention and care in order to produce a book able to communicate the philosophy of small independent publishing houses.