La nostra studentessa Francesca Marchese vince il contest video di RaiCom

«Ho gli occhi puntati allo schermo, un piede, poi l’altro, salgo con decisione sul palco della sala conferenze di Palazzo Lanfranchi a Matera (MT), mi volto e ad attendermi, nella mia postazione, trovo un leggio, allestito per il convegno organizzato da RaiCom “Navigare il sapere, quando la Cultura vince in tv”. Mi tremano un po’ le mani, in questi casi è bene stringere qualcosa tra le dita per scaricare la tensione: nella mano destra reggo il microfono (pesa più di quanto mi immaginassi), la sinistra invece è impegnata a giocherellare con un sottile telecomando fornitomi per scorrere le slide durante la presentazione del progetto realizzato per HubArt Matera 2018. 

Luce. Tanta luce. Da qui riesco a guardare negli occhi, cercando di non farmi abbagliare, le persone che siedono alla prima fila, e con piacere noto che sorridono. Gesticolo molto, credo che il pubblico lo abbia notato. In un attimo cessa la salivazione, completamente, ma riesco a non farlo notare. La sfida è doppia: intrattenere e incuriosire sia gli ospiti di fronte a me sia le persone che mi stanno guardando a casa tramite la diretta Facebook, e che meglio mi conoscono.»

Strano pensare che tutti questi pensieri mi siano passati per la mente nel giro di pochi secondi, eppure è così.

Strano pensare che a 20 anni io possa vincere un concorso di RaiCom e che venga ospitata a Matera per presentare l’idea creativa alla base dello spot pubblicitario realizzato.

E invece, nonostante la mia incredulità, è successo davvero. Il 24 novembre ho trascorso i 10 minuti più importanti del mio percorso IUSVE perché ho discusso il mio progetto per la valorizzazione di Matera 2019 di fronte a professionisti e funzionari Rai. Ho accettato la sfida con piacere, con la determinazione di chi vuole togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

Alla base della strategia c’è l’uso degli archetipi come lo strumento più utilizzato nello storytelling, dalla fiaba al film, passando per la pubblicità. Per tale motivo nella slide Monetizzazione ho inserito un bello 0 al centro, creando curiosità e spiegando che, trattandosi di un’eredità psicologica collettiva e innata, l’archetipo non si può comprare, si può solo attivare. In aggiunta ho dimostrato un’eventuale applicazione dello spot alle Instagram Stories e alle inserzioni pubblicitarie su YouTube, integrando altri codici per una maggior riuscita del messaggio.

La distanza avrebbe potuto creare diffidenza, sono 901 i chilometri che mi separano dalla prossima Capitale Europea della Cultura, invece, sotto gli occhi increduli di chi mai lo avrebbe immaginato, tra tanti studenti e professionisti in gara, io ho vinto e ho fatto valere le mie idee.

Il complimento più gratificante è provenuto da chi a Matera ci è cresciuto, il sindaco della città, ed il momento più emozionante si è verificato quando una cittadina, ospite alla conferenza, mi ha ringraziata per le parole spese ed ha apprezzato l’espediente da me adottato dello studio della vicina Venezia come chiave di lettura per comprendere la lontana Matera, nel loro essere città stoiche, ovvero che rivendicano il diritto di mantenersi sempre uguali a loro stesse.

Non posso far altro che ringraziare IUSVE e chi mi ha dato gli strumenti, in poco più di una anno, per poter vincere un concorso RaiCom. 

La più grande conquista è alzare l’asticella delle aspettative, nei nostri confronti, di chi abbiamo di fronte e riuscire in un’impresa in cui tutti ci davano per falliti.

Video realizzato per il concorso

Intervista a Francesca Marchese