Immagine immaginario. il mito della nostra romagna: progettazione di una mostra fotografica sul turismo balneare romagnolo tra gli anni Cinquanta/Settanta.

Studente: Silvia Savoia
Titolo tesiImmagine immaginario. il mito della nostra romagna: progettazione di una mostra fotografica sul turismo balneare romagnolo tra gli anni Cinquanta/Settanta.
Docente relatore: Prof.ssa Arianna Novaga
Docente controrelatore: Prof. Matteo Adamoli
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Emilia Brovero
Data discussione tesi: 18 ottobre 2019
Laurea Triennale Internazionale inScienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La necessità di lasciare una traccia, un segno o un proprio ricordo è sempre stato un aspetto caratterizzante dell’essere umano. Con questo meccanismo psicologico, la fotografia ha assunto un ruolo determinante in quanto ha permesso la registrazione e l’archiviazione di momenti ricchi di significato, che sarebbero potuti svanire dalla memoria singola e collettiva. Lo studio proposto intende indagare la natura e le potenzialità di questo medium e rapportarle a un contesto d’applicazione concreto, l’analisi del archivio visivo degli anni del sviluppo del turismo balneare della Riviera Romagnola. La ricerca vuole presentarsi, dunque, come un excursus articolato e multidisciplinare che miri a mettere in relazione tematiche come l’estetica della fotografia, la sociologia dei consumi e la storia del miracolo economico italiano, per raccontare e risvegliare l’immaginario collettivo che ha, per anni, presentato il litorale romagnolo come una terra vivace, ricca e ospitale.

The need of leaving a footprint, a sign or a memory has always been a characterizing aspect of human nature. In this psychological mechanism, photography has gained a predominant role as it has enabled the registration and the filing of meaningful moments that could have otherwise vanished from the single or collective memory. This study attempts to examine the nature and the potentiality of this medium applied to a concrete context, that of the analysis of the years of the development of seaside tourism in the Riviera Romagnola. The thesis, therefore, intends to appear as an articulate and multidisciplinary excursus that aims to relate themes such as the aesthetics of photography, the sociology of consumption and the history of the Italian economic miracle. So, it will be illustrated the collective imaginary that has represented, for years, the Romagnolo Littoral as a lively, rich and extremely hospitable land.