images/grafica/TESTATE/NEWS/NEWS.png

Bando di selezione per Prometeo World Philadelphia 2018

La Fondazione Mario Diana Onlus, nell’ambito del progetto PROMETEO, ha indetto un bando di selezione per l’assegnazione di 3 borse di studio destinate a giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni, per la partecipazione alla Summer School di 3 settimane presso il Centro di Ricerca S.H.R.O. – Sbarro Health Research Organization – di Philadelphia, negli Stati Uniti d’America.
L’iniziativa rientra tra gli obiettivi che la Fondazione persegue attraverso il progetto PROMETEO; uno strumento per accompagnare giovani di talento nel loro iter formativo e professionale, nell’ottica di acquisire specifiche competenze del “lifelong learning”.

Il tema della Summer School è la Sostenibilità Ambientale.

L’obiettivo sarà lo sviluppo della versione beta del gioco virtuale denominato “Make It Green” in grado di sensibilizzare la società sui temi della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare, in continuità con il lavoro svolto sul prototipo realizzato dai giovani partecipanti alla precedente edizione della Summer School nel 2017 tra cui il nostro studente IUSVE, David Harrison II Ferrell, che ha vinto la borsa di studio l'estate scorsa.
I partecipanti avranno così occasione di vivere un’esperienza di scambio nel campo della ricerca applicata e dell’innovazione e comprendere le proprie capacità di adattamento e di confronto con il mondo economico e sociale, le realtà formative, le Università e i Centri di ricerca di Philadelphia. Durante la permanenza a Philadelphia sono previste, infatti, diverse visite a imprese e Istituzioni attive nel campo della ricerca e della formazione.

I giovani interessanti a partecipare alla Summer School avranno la possibilità di candidarsi entro e non oltre il 28 febbraio 2018, seguendo la procedura prevista dal bando di selezione, che trovate in calce a questo articolo. Ogni candidato dovrà inviare una lettera motivazionale di presentazione unitamente alla domanda di partecipazione e al curriculum vitae all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Successivamente si procederà ad una fase di selezione che prevede un primo screening delle domande e dei curriculum presentati e una seconda fase durante la quale si svolgeranno prove di gruppo tese a valutare le cosiddette soft skill del candidato (le capacità trasversali) ela propensione al lavoro in team oltre ad un’intervista individuale.
La fase di selezione si terrà nella sede della Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione AUXILIUM di Roma, in via Cremolino, 141 nella prima settimana di marzo 2018.

Qui potete trovare il bando di selezione e la modulistica per al candidatura: www.fondazionediana.it

Liste ufficiali iscrizione ai corsi opzionali anno accademico 2017-2018

Si comunicano agli studenti le Liste ufficiali iscrizione ai corsi opzionali anno accademico 2017-2018.
Gli studenti che non hanno espresso la loro preferenza sono stati inseriti d'ufficio come previsto dal Regolamento.

Qui sotto si possono scaricare i nominativi degli studenti (aggiornato al 19 gennaio 2018) con il conseguente abbinamento con il docente e la prima data di lezione
Baccalaureato/Laurea Triennale

Licenza/Laurea Magistrale

A chi scrivere la tua mail

Al fine di migliorare il Servizio di accompagnamento accademico da parte del Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE con i propri studenti e le problematiche che possono incontrare nel loro percorso di studi, si è realizzato un prontuario con le mail a cui scrivere per ottenere una risposta sui diversi casi.

Si ricorda agli studenti che l'invio multiplo di mail (ad esempio: stesso oggetto della mail o stesso contenuto) indirizzato a più mail dell'università devia la mail nello SPAM.

Si invitano quindi gli studenti a consultare il prontuario qui sotto:

IUSVE Lab seleziona studenti per realizzazione di video in motion graphics

IUSVE LAB seleziona studenti per realizzazione di video in motion graphics
IUSVE LAB, Centro di ricerca, innovazione e creatività per la comunicazione, cerca il “best team” per la realizzazione di pillole video. In particolare ricerca due studenti che possano realizzare delle infografiche animate in 2D.
Queste infografiche animate saranno inserite all’interno di alcuni video e presenteranno uno storytelling sulla Responsabilità Sociale d’impresa.

Il progetto sarà seguito per la parte di storytelling dal prof. Matteo Adamoli e per la parte video dal prof. Luca Chiavegato.
Il lavoro è compatibile con l’attività accademica e si articola su un arco temporale di sei mesi circa. Prevede un impegno diluito nel tempo a seconda dei singoli progetti video.

Impegno: gennaio – giugno 2018
Luogo di lavoro: presso sedi IUSVE di Verona e/o Mestre per la progettazione

L'attività sarà retribuita secondo i parametri di legge previsti.
Le richieste di candidatura con motivazioni a partecipare al team unitamente a Cv e eventuale portfolio vanno inviate a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre lunedì 8 gennaio 2018 ore 15.00

Let's get international con IUSVE e USAC

IUSVE da gennaio 2017 ha una collaborazione con USAC (University Studies Abroad Consortium) al fine di permettere l'interazione tra studenti universitari italiani e americani.

USAC è un'associazione no-profit costituita da 33 Università americane che organizza programmi di studio all'estero per ragazzi universitari statunitensi. USAC è stata fondata nel 1982 in Nevada (USA) e ogni anno permette a più di 3500 studenti di trascorrere un periodo di studio all'estero, in una delle 50 sedi disponibili nel mondo.


Vi aspettiamo mercoledì 13 dicembre 2017 dalle ore 14.00 alle ore 15.00 presso il Campus IUSVE di Verona in aula A per presentarvi le ultime novità e le attività in programma per i prossimi mesi.

Per maggiori informazioni:
Dott.ssa Emiia Brovero – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IUSVE fra le università partner di StartUpItalia! Open Summit 2017

«Vista dallo spazio la Terra non ha confini: non ci sono nazioni, non ci sono frontiere. La Terra è una sola, gigantesca sfera blu che l'uomo ha imparato a chiamare "casa": è così che vogliamo raccontarla a StartupItalia! Open Summit 2017».

L’università IUSVE è tra le realtà accademiche partner di StartUpItalia! Open Summit 2017: un evento unico nel suo genere in grado di sintetizzare al suo interno una sfida globale che dovranno affrontare le startup che intenderanno inviare la propria application a #SIOS2017.
Una partnership, quella stipulata con StartUpItalia!, che ben sintetizza i valori accademici alla base dei nostri profili, tra i quali lo sguardo internazionale, la creatività, l’innovazione e la centralità della persona.

Gli obiettivi dell’evento, sono pertanto un’esortazione a coinvolgere ciascun popolo e ciascuna nazione, ad abbattere i confini. Una sfida alle idee e allo spirito imprenditoriale del nostro paese.
Tra i partner dell’evento anche importanti aziende italiane e internazionali tra cui: AXA, Accenture, Amazon, Cariplo, CheBanca!, Cisco, Edison, Enel, Facebook, HP, Lavazza, Microsoft, Novartis, Oracle, RedBull, Unicredit.

StartupItalia! Open Summit 2017 si concretizza in questa nuova edizione come il punto di riferimento per il mondo startup, divenendo il luogo di incontro fra investitori (oltre 170 quelli già accreditati per questa edizione) e innovazione, fra workshop e relatori internazionali, tra i quali spiccano Alex Zanardi, professional racing driver and paracyclist, Marco “Monty” Montemagno, Luca Colombo, Country Manager di Facebook Italia, Silvia Candiani, Amministratrice Delegata di Microsoft, Davide Casaleggio, AD di Casaleggio Associati, Francesco Papa, Direttore Generale di Unicredit, Gaëlle Olivier, CEO AXA Global, Marco Argenti, Vice President Internet of Things di Amazon Corporation, Marco Bicocchi Pichi, Presidente dell’Associazione Italia Startup e molti altri.

L’evento è gratuito per le StartUp e quest’anno si terrà in inglese, con l’obiettivo di integrare in ogni aspetto quella chiamata globale, insita nella tematica di questa edizione.
È possibile partecipare iscrivendosi tramite il sito ufficiale oppure candidare la propria StartUp su www.startupitaliaopensummit.eu/it/call-for-startup.

Per ulteriori info: www.startupitaliaopensummit.eu

Stefano Lucchetti racconta il suo tirocinio formativo a New York

Da diversi anni il Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE collabora con lo Studio Maiarelli di New York, uno studio che lavora principalmente con clienti provenienti dal mondo del design e dell’architettura. La collaborazione ha visto numerosi studenti vivere l’esperienza newyorkese in un contesto altamente formativo.

«Ciao Stefano, sono Giona Maiarelli, il direttore creativo di Maiarelli Studio. La tua università ci ha segnalato il tuo nominativo per un possibile tirocinio presso la nostra agenzia di New York. Se sei interessato potremmo sentirci via Skype o FaceTime per conoscerci meglio.»

Sebbene la mia esperienza a New York sarebbe cominciata qualche mese più tardi, potremmo dire che è proprio questa e-mail, ricevuta una fredda sera di gennaio, a decretare l’inizio del mio rapporto con lo Studio Maiarelli che mi avrebbe ospitato per due mesi a svolgere il tirocinio.

In breve, il grande giorno della partenza è arrivato e così, dopo qualche ora di volo, mi sono ritrovato dall’altra parte del mondo, inconsapevole delle sorprese che avrei vissuto. I primi giorni, come ben si può immaginare, sono stati abbastanza difficili: persone nuove, diversa lingua, cibo, moneta, fuso orario. Ma, giorno dopo giorno, questo nuovo mondo ha cominciato a interessarmi sempre di più. È vero quello che si scrive di New York: nonostante gli enormi grattacieli e le strade di cui non si intravede la fine, da subito tutto diventa familiare! Ciò è possibile anche perché gli americani, dovendo convivere quotidianamente con un grande flusso di turisti, sono abituati ad incontrare persone che, come me, rimangono disorientate dalla frenesia e grandezza della città, tanto da perdersi facilmente sui mezzi pubblici, come la metropolitana. Rispetto a questo luogo, la Subway di New York, sono rimasto legato per due ragioni: utilizzandola ogni giorni per spostarmi, mi ha dato la possibilità di conoscere molte persone, anche abbastanza importanti che, dopo averti consegnato il loro biglietto da visita per mantenersi in contatto, ti invitano a cena. Solo a New York possono accadere certe cose! La seconda riguarda segnaletica: disegnata nel 1966 ed esistente ancora oggi in tutta la sua bellezza e utilità, è stata progettata da Massimo Vignelli, uno dei miei grandi ispiratori nel campo del Design e non solo.

Dopo dieci giorni, trascorsi cercando di visitare ogni angolo di questa città meravigliosa, ho iniziato il tirocinio. Da Maiarelli Studio sono stato accolto da Louise e Fionn, due preparatissimi designer, collaboratori di Giona che, dopo avermi illustrato alcuni lavori realizzati dallo studio al fine di comprendere a fondo la loro filosofia progettuale, mi hanno affidato l’incarico di disegnare un sito web per un’importante artista italo-americana.

Solo qualche giorno dopo ho potuto conoscere Giona e Ann, i due fondatori dello Studio Maiarelli. È stato un incontro speciale! Con loro, ogni giorno è stato un arricchimento sia professionale che umano: una vera scuola di vita. All’interno dello studio ho avuto la possibilità di lavorare a progetti per clienti importanti come Ceramics of Italy, Arborite, Rollins College e molti altri; fuori dallo studio la formazione continuava visitando showroom, mostre come quella inerente la tipografia utilizzata dal New York Times Magazine, al Type Directors Club.

L’amore per la tipografia, la cura per il dettaglio, l’attenzione per il cliente sono solo alcuni degli atteggiamenti che, giorno dopo giorno, ho potuto apprezzare e imparare all’interno dello Studio e che ancora oggi costituiscono una fonte di ispirazione per i miei progetti. Se l’università mi ha offerto gli strumenti per diventare un bravo professionista, Giona e il suo team mi hanno dato la possibilità di esserlo realmente. Grazie per tutto questo!

P.S. Durante il colloquio con il Prof. Capelletti avevo chiesto che mi consigliasse un studio dove svolgere il tirocinio, con un’unica condizione: che fosse vicino a casa. A lui dico ancora grazie per non avermi ascoltato.