"Complicare è facile, semplificare è difficile. 
Per complicare basta aggiungere tutto quello che si vuole:
colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. 
Tutti sono capaci di complicare. 
Pochi sono capaci di semplificare."
(Bruno Munari)

Lettera del Direttore di corso
In questi ultimi anni le aziende di grafica, di stampa e di comunicazione e i singoli individui hanno insistentemente richiesto alla nostra Università un corso di formazione accademica che colmasse le lacune di lavoratori che erano già da anni nel mondo del lavoro ma che non avevano mai avuto la possibilità di riqualificarsi o di approfondire le proprie competenze al di là del diploma di scuola superiore conseguito o di corsi di alta formazione.

Dall’anno accademico 2012/2013 lo IUSVE ha risposto con grande successo a questa richiesta attivando il corso di laurea triennale in “Scienze e tecniche della Comunicazione grafica e multimediale” per studenti lavoratori che abbiamo chiamato corso “STC SENIOR”.

Sull’esperienza del percorso tradizionale e la frequenza di studenti-lavoratori, che hanno apprezzato le competenze e le abilità conseguite, abbiamo formulato il piano di studi di questo nuovo percorso che verrà riattivato nell’anno 2017/2018. Non si distingue dal percorso tradizionale per i corsi attivati, in quanto risultano essere pertinenti ed efficaci, ma nel contenuto, ovviamente modulato ad hoc perché rivolto a persone che già da diversi anni operano nel mondo della comunicazione, e nelle modalità di frequenza.

Il mondo della comunicazione si evolve velocemente e ciò che si è appreso anche solo pochi anni fa non è più sufficiente per poter rimanere da protagonisti in questo ambiente che diventa sempre più competitivo. Basti pensare alle innovazioni tecnologiche avvenute negli ultimi tre anni dove le applicazioni mobile, il marketing non convenzionale, l’imporsi dei social media e l’evoluzione dell’information design sono diventati gli elementi di sfida per un’azienda che voglia rimanere nel mercato. Non si tratta di trasmigrare le competenze grafico-creative che si hanno in questo nuovo mondo digitale ma di apprendere un nuovo linguaggio proprio.

Accanto a queste sfide legate all’attualità uno studente-lavoratore che vuole iscriversi al nostro corso di laurea si troverà ad apprendere nuove competenze culturali che possono diventare l’elemento di distinzione per la realizzazione di un progetto di comunicazione.

Non si tratta di “laureare l’esperienza lavorativa”, ma la nostra scelta accademica è quella di affiancare all’esperienza lavorativa il dato culturale fondativo di modo che queste due attività della vita umana e della mente si integrino e diano una nuova identità al laureato.

Non sarà facile abbinare un’attività lavorativa agli studi accademici ma credo che la capacità motivazionale dei nostri docenti coinvolti, la presenza fissa di un tutor e la tenacia degli studenti sapranno essere il giusto mix che porterà questo percorso di laurea a distinguersi ed ottenere i risultati attesi.

Prof. Mariano Diotto
Direttore del Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE

Il profilo del laureato
La comunicazione è uno degli eventi sociali più importanti: comunicare significa vivere e implica una continua trasformazione cui è impossibile sottrarsi.

Per comunicare ci serviamo di vari canali e codici che lo sviluppo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione hanno reso disponibili per tutti e pervadono l’ambiente in cui viviamo e operiamo, trasformano i sistemi di comunicazione d’impresa e della comunicazione pubblica, dell’industria editoriale.

A fronte della complessità della “comunicazione” lo IUSVE ha cercato di limitare il campo focalizzando l’attenzione su due termini:

  • comunicazione grafica-pubblicitaria (graphic communication)
  • comunicazione multimediale (web communication)

Un secondo aspetto è stato quello di fare sintesi tra:

  • la comunicazione nella prospettiva antropologica, sociale, psicologica,
  • la comunicazione nella prospettiva delle tecnologie e dei supporti del comunicare.

In altri termini si è considerata la comunicazione mettendoci nell’ottica di chi:

  • crea comunicazione;
  • veste l’idea da comunicare;
  • conosce la struttura della comunicazione.


Alcuni punti di riferimento
Alla base del progetto e della scelta delle attività formative attuate all’interno del Corso di Baccalaureato - Laurea Triennale in STC - Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale ci stanno alcuni punti di riferimento:

  • l’idea, il messaggio da comunicare;
  • il supporto con cui veicolarlo;
  • gli strumenti, il materiale, i software per predisporre il messaggio;
  • il luogo concreto in cui questo avviene;
  • la persona che rende possibile tutto questo;
  • l’idea di uomo, di società, di valore, di responsabilità nell’uso degli strumenti e tecniche della comunicazione.