Call for paper giornata di studi. Realtà virtuale: dispositivi, estetiche, immagini

Nell'anno accademico 2016/2017, si è avviato un progetto di ricerca denominato Realtà virtuale. Dispositivi, estetiche, immagini, supportato dall’Università IUSVE (Istituto Universitario Salesiano di Venezia) e promosso dal Dipartimento di Comunicazione e dal corso di Laurea in Scienze e Tecniche della Comunicazione Grafica e Multimediale. L'obiettivo dello studio è di elaborare nuovi strumenti metodologici interdisciplinari in grado di identificare, conoscere e comprendere le relazioni che intercorrono tra la realtà virtuale e gli ambiti del cinema, della fotografia e dell'estetica, analizzando inoltre i nodi teorico-artistici che caratterizzano le loro eventuali interazioni.

La giornata di studi, organizzata presso il Campus IUSVE di Verona il 16 dicembre 2017, si propone di creare un’occasione di scambio tra studiosi, specialisti del settore e cultori della materia, al fine di contribuire al dibattito in corso, confrontando punti di vista ed evidenziando eventuali problematiche, in una prospettiva di condivisione di approcci e di strumenti.

Come afferma Pierre Lévy ne Il virtuale, l’ epoca contemporanea è caratterizzata da un generale movimento di virtualizzazione che, investendo tutto il mondo delle attività umane - dall’informazione all’economia, dall’arte alla comunicazione - ha fatto emergere una serie di nuove categorie conoscitive e pragmatiche.

La sfera dell’immagine è sostanzialmente cambiata, e si è modificato con essa anche il concetto di percezione, che non è più legato necessariamente ad un piano bidimensionale e ad uno schermo, ma mette in gioco diversi aspetti sensoriali. Possiamo allora concepire la realtà virtuale come un’estensione del cinema e della fotografia e considerarla, quindi, attraverso criteri linguistici e sistemi analitici tradizionalmente intesi? Oppure si tratta di qualcosa di nuovo? Quali sono le ricadute di questi cambiamenti sui concetti di autore, spettatore, fotografia e spazio filmico, o più in generale sul regime scopico? Che cosa s’intende, allora, quando si parla di immagine virtuale? Qual è la sua genesi e i quali i suoi prodromi? Quali sviluppi prefigura in campo artistico-comunicativo? L’esercizio del virtuale decreterà la morte del medium analogico fotografico e cinematografico?

Se la realtà virtuale implica, allora, la sparizione della dimensione dell’alterità, così come l’abbiamo conosciuta finora, se non esiste più un vero “altro” con cui ci si confronta e tutta l’esperienza sembra chiusa in un narcisismo autoreferenziale, come è possibile “fare società” e comunicazione? I concetti derivati di realtà aumentata, immersività ed empatia, e alcune caratteristiche specifiche dell'esperienza percettiva messa in atto dalla realtà virtuale, finiscono per far dialogare sullo stesso piano anche fenomenologia e neuroestetica, approcci spesso visti come opposti ed inconciliabili. Che cosa significa, in termini estetici, questa ricerca d’immersività? Quali stimoli neurologici, quali modalità percettive stimola l’ambiente virtuale o in 3D? Che ruolo hanno il corpo e la mente dello spettatore? Che ruolo hanno, in questo nuovo orizzonte percettivo, il (post)cinema e la fotografia digitale? La realtà virtuale è da considerarsi un nuovo medium in grado di ri-mediare la nostra percezione del mondo? In quali luoghi si fruisce la realtà virtuale oggi?

Si invitano tutti gli interessati a proporre interventi relativi ai seguenti domini:
- estetica del virtuale;
- neurofenomenologia;
- virtuale e pratiche artistiche;
- visual studies;
- post-cinema;
- film & Media studies;
- digital Humanities;
- fotografia e realtà virtuale.

Si prega di inviare un abstract in italiano o in inglese (max 2000 battute spazi compresi) con indicazione del titolo e, in un file a parte, una breve nota biografica accompagnata di recapiti, Università o Ente di appartenenza e indirizzo mail. La proposta dovrà essere inviata via mail in formato .doc/.pdf contemporaneamente agli indirizzi dei tre coordinatori, entro e non oltre il 30 luglio 2017
- Cristiano Dalpozzo (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); 
- Federica Negri (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); 
- Arianna Novaga (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).


La comunicazione di avvenuta selezione avverrà entro e non oltre il 31 agosto 2017 tramite mail.
La data per la consegna definitiva del contributo è il 16 novembre.
Tutti i contributi dei partecipanti alla giornata di studi verranno pubblicati in un volume pubblicato a cura degli organizzatori previsto per Marzo 2018.


Below you can download the english version of call for paper.

Tags: fotografia, cinema, estetica, immagini, virtual reality