2007-2012: 5 anni di vita accademica

Era il 1 ottobre 2007 quando l’allora direttore del Corso di Laurea in Scienze e tecniche della comunicazione grafica multimediale l’ingegnere Walter Cusinato diede inizio alla prima lezione del corso di comunicazione della SISF – Scuola Superiore Internazionale di Scienze della Formazione nel Campus di Mestre. Il giorno dopo avvenne lo stesso nel Campus di Verona. Quell’inizio era stato sognato e preparato in più di due anni di confronto e di lavoro. Molti esperti erano stati consultati, molte opinioni erano state vagliate, molte decisioni erano state prese perché quei primi giorni di ottobre fossero significativi per i giovani del Triveneto. La Congregazione Salesiana aveva investito grandemente in questo debutto che segnava un nuovo cammino nella formazione dei giovani nel mondo della comunicazione.

L’istituto salesiano San Marco di Mestre e San Zeno di Verona avevano già tradizioni decennali di formazione di periti grafici alle spalle e su loro esplicita richiesta si era profilata la necessità di formare personale ancor più qualificato che non solo avesse capacità tecnico pratiche d’eccellenza, ma potesse essere anche elemento di produzione culturale di alto livello.
Il corso di laurea che nacque fu proprio la risposta a questa necessità.

Siamo nel 2012 e sono passati ormai cinque anni da quell’inizio e il corso di laurea ha già i primi 52 dottori in comunicazione.
Sono cambiati tanti elementi: l’università ora si chiama IUSVE – Istituto Universitario Salesiano Venezia; il corso di laurea ha un logo che lo contraddistingue: STC; gli studenti da 87 sono arrivati a 303; i docenti da 12 a 52.
Non è però cambiato lo spirito con cui è partito questo progetto di formazione accademica molto ambizioso. Il percorso di laurea si è sempre posto l’obiettivo di sviluppare un ambito in cui lo studente possa far crescere la propria cultura e dall’altro quello di creare dei comunicatori in grado di entrare nel mondo del lavoro in modo competente e professionale.
Il graphic designer e multimedia designer sono stati da subito il modello di riferimento per la formazione dei giovani in un rapporto molto stretto con le aziende presenti nel territorio.

È quindi con estremo piacere che vogliamo presentarvi i nostri laureati. Di ognuno nel book troverete il percorso svolto, i successi ottenuti, il proprio segno grafico maturato e il loro attuale impegno nel mondo della comunicazione.
Abbiamo investito su questi giovani e crediamo di aver fatto un buon lavoro. Non pensiamo di essere arrivati: ad ogni inizio di anno accademico ci interroghiamo su quello che potrebbe essere il futuro lavorativo per i nostri giovani e moduliamo il nostro Corso di Laurea di modo che possa rispondere a quelli che sono le istanze culturali e di mercato con le quali dovranno confrontarsi.

Un ringraziamento particolare e doveroso a chi mi ha preceduto come Direttore del Corso di Laurea: don Walter Cusinato che con grande passione e devozione è riuscito a far decollare questo progetto; ai Superiori della Congregazione Salesiana e al Preside dello IUSVE; a tutta l’Assemblea Docenti e in particolar modo ai membri del Consiglio di Corso che hanno messo a disposizione dell’Università le proprie competenze e professionalità; ai Direttori e ai confratelli salesiani della scuola grafica San Marco e San Zeno per il loro impegno profuso; alle aziende e alle Associazioni di categoria che da sempre ci hanno sostenuto e hanno creduto in questa formazione; alle famiglie e ai giovani che hanno scommesso in questo percorso inedito.

Il 2012 ci vedrà ancora impegnati nella ricerca di quel percorso all’interno del mondo della comunicazione che possa realizzare quelli che sono i sogni dei nostri giovani proprio sull’esempio del santo fondatore della Congregazione Salesiana, San Giovanni Bosco, che diceva: «Chiamateli sogni, chiamateli parabole, date loro qualsivoglia altro nome che più vi garbi, io sono sicuro che raccontati faranno sempre del bene».

E sono proprio questi sogni che si sono realizzati e sono contenuti in questa produzione editoriale che avete in mano... a voi di farne un buon uso.