Gli spumanti di lusso italiani: un nuovo modello di comunicazione

Studente: Sara Joppi
Titolo tesi: Gli spumanti di lusso italiani: un nuovo modello di comunicazione
Docente relatore: Prof. Giovanni Vannini
Docente controrelatore: Prof. Ugo Guidolin
Presidente commissione di tesi: Prof. Nicolò Cappelletti
Data discussione tesi: 12 gennaio 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Web Marketing & Digital communication

Esistono delle linee guida per comunicare al meglio il posizionamento d’élite di uno spumante? In questo elaborato si andranno ad indagare tre mondi diversi: il lusso, il vino e il neuromarketing. Uniti possono condurre ad un nuovo metodo di comunicare, il cui potenziale è ancora inesplorato. Il focus è sugli spumanti di lusso italiani, un settore che può vantare del marchio Made in Italy, ma diverso sotto molti aspetti dal lusso eccessivo che siamo abituati ad associare agli champagne francesi. La letteratura relativa ai vini di lusso, in particolare quella avvalorata da studi neuro-scientifici, è ridotta: ciò costituisce un potenziale per questa tesi, che può fungere da tassello iniziale per un successivo studio più approfondito. È stato infatti possibile ideare un modello di comunicazione, basato sulle tecniche attuali di comunicazione e sulle indicazioni fornite dalla letteratura, per poi testarlo tramite i principali strumenti del neuromarketing. Così facendo, le idee hanno perso astrazione, diventando via via più concrete.

Are there guidelines to better communicate the high positioning of sparkling wine? In this paper, three different worlds will be investigated: luxury, wine, and neuromarketing. By combining these, we arrive at a new method of communicating, whose potential is still unexplored. The focus is on Italian luxury sparkling wines, a sector that can boast the Made in Italy brand, but different in many respects from the excessive luxury that we are used to associating with French champagnes. The literature relating to luxury wines, in particular that which is supported by neuroscientific studies, is reduced. This constitutes a potential for this thesis, which can serve as an initial building block for a more in-depth study at a later time. It was in fact possible to devise a communication model, based on current communication techniques and on the indications provided by the literature. it was then tested using the main neuromarketing tools. In doing so, ideas have lost abstraction, becoming more and more concrete.