La mostra di Alvaro Siza organizzato dalla prof.ssa Ruffino arriva in Croazia

Il progetto espositivo dedicato al lato più intimo e meno conosciuto dell’architetto portoghese Álvaro Siza e organizzato dalla nostra prof. Greta Ruffino, precedentemente esposto alla 13. Mostra Internazionale di Architettura - la Biennale di Venezia, sbarca a Dubrovnik.

La mostra “Álvaro Siza. Viagem Sem Programa - The Croatian Experience”, organizzata dall’associazione culturale Medicina Mentis, in collaborazione con Oris – House of Architecture e con la partecipazione di Dumbo Design Studio, è stata inaugurata nella città croata il 26 aprile scorso e resterà aperta fino alla fine di maggio 2013, presso il  Museo d'Arte Moderna e Contemporanea (Umjetnička Galerija) di Dubrovnik, sede - tra l'altro -  nel 1956 del 10° Congresso Internazionale di Architettura Moderna (CIAM).


Prosegue dunque l'emozionante “viaggio senza programma”, metafora della vita, che presenta  al pubblico croato le 53 opere tratte dai quaderni di appunti dell'architetto Siza, e selezionate dallo stesso autore. Un progetto espositivo itinerante che, scegliendo in modo immaginario la via del mare e ripercorrendo idealmente il percorso compiuto da Aldo Rossi con il celebre progetto per il Teatro del Mondo, porta la mostra da Venezia fino a Dubrovnik, in un luogo carico di memoria.

I raffinati spazi museali, affacciati direttamente sul mare, ospitano i disegni provenienti dalla collezione “Viagem Sem Programa” (esposta per la prima volta nel 2012 a Venezia presso la Fondazione Querini Stampalia) e una selezione di schizzi realizzati da Álvaro Siza durante i numerosi viaggi compiuti in terra dalmata.

“Il percorso espositivo – dicono i due curatori, Greta Ruffino e Raul Betti  - racconta e mette in luce la passione che l'architetto Siza ha coltivato nel corso di tutta la vita per il disegno, la sua straordinaria memoria visiva e un modo tutto personale di guardare il mondo che, attraverso la matita o una semplice penna bic, rievoca gli anni della giovinezza, i numerosi viaggi compiti da una parte all'altra del mondo e i momenti di convivio e di libertà dal lavoro trascorsi con gli amici più cari”.

In occasione dell'inaugurazione della mostra, in concomitanza con il simposio internazionale di architettura “Days Of Oris” (Dubrovnik 26 e 27 Aprile 2013) i due curatori hanno inoltre presentato ai numerosi ospiti intervenuti, il video-documentario “Álvaro Siza.Viagem sem Programa” e l'omonimo libro, edito da Red Publishing realizzato in collaborazione con Favini, che raccoglie, oltre ai disegni, l'intervista integrale ad Álvaro Siza realizzata nel suo studio di Porto. L’esposizione presso il Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Dubrvnik resterà aperto fino al 26 maggio per spostarsi successivamente a Zagabria presso la Karas Gallery dal 7 al 28 giugno 2013.

Medicina Mentis - Associazione Culturale di Venezia, promuove l’arte in ogni  sua espressione, attraverso l’organizzazione di mostre, eventi culturali e incontri. Nasce come spazio aperto, luogo di incontro e confronto. I fondatori credono nelle capacità “terapeutiche” che l’arte, nelle sue diverse espressioni, può infondere nelle menti tormentate e talvolta assuefatte dell’homo urbanus. Medicina Mentis, rappresentata da professionisti provenienti dal mondo dell’architettura, del design, della grafica e della comunicazione, collaborando con altri Enti e professionisti del
settore, favorisce e incentiva la libera fruizione e il libero accesso alla cultura.
www.medicinamentis.it

I Curatori
Raul Betti
Dopo la laurea in Architettura, nel 2004 fonda Dumbo Design Studio, realtà multidisciplinare che si occupa di comunicazione integrata, retail design, progettazione di interni, lighting e packaging design. Appassionato di fotografia, arte e viaggi, si è dedicato nel corso degli anni all’organizzazione e alla promozione di iniziative culturali ed eventi. È presidente dell'associazione Medicina Mentis e curatore insieme a Greta Ruffino dell'evento collaterale dedicato ad Álvaro Siza presentato all'ultima Biennale di Architettura di Venezia.

Greta Ruffino
Laureata in Scienze Politiche, da sempre coltiva la passione per la parola scritta e per il mondo della comunicazione visiva nelle sue espressioni più diverse. Ha gestito progetti di comunicazione, progetti editoriali, relazioni esterne, eventi speciali e convegni, relazionandosi con personalità del mondo della cultura e delle aziende. È docente di Packaging Design presso lo IUSVE di Venezia. Curatrice insieme a Raul Betti della mostra “Álvaro Siza. Viagem Sem Programa” evento della 13. Biennale di Architettura di Venezia.