images/grafica/TESTATE/MSTC/TESI_DI_LAUREA/LE-NOSTRE-ECCELLENZE.png

Eccovi gli studenti che si sono laureati nella nostra università con il massimo dei voti nel Corso di laurea di Licenza/Laurea Magistrale in Web marketing & digital communication - Creatività e design della comunicazione - Comunicazione integrata e Design.

Utilizzo dei Computer-generated Influencer nel Marketing: linee guida etiche per le aziende del Fashion System

Studente: Weronika Kurek
Titolo tesi: Utilizzo dei Computer-generated Influencer nel Marketing: linee guida etiche per le aziende del Fashion System
Docente relatore: Prof.ssa Mariagrazia Villa
Docente controrelatore: Prof. Filippo Prataviera
Presidente commissione di tesi: Prof. Matteo Adamoli
Data discussione tesi: 12 marzo 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Web Marketing & Digital communication

Il presente elaborato nasce dalla volontà di approfondire il tema relativo alla nascita e alla rapida diffusione delle figure dei cosiddetti Computer-generated Influencer, che, in tempi molto recenti, hanno invaso il mondo dei social network e stanno diventando parte integrante delle strategie di Influencer Marketing di molte aziende. Da una semplice e concisa introduzione al fenomeno dell’Influencer Marketing e ai concetti fondamentali da cui è caratterizzato, si passerà alla spiegazione delle figure degli Influencer virtuali e alla presentazione dei casi studio più significativi, fino ad arrivare a una riflessione su quelli che possono essere i benefici e, in particolare, gli svantaggi di natura etica relativi al loro utilizzo. Tenendo conto delle considerazioni effettuate nel corso dell’elaborato, si arriverà, infine, alla definizione di alcune linee guida etiche da proporre alle aziende operanti nel settore del Fashion System, al fine di promuovere un uso corretto e consapevole di questi soggetti.

This thesis stems from the desire to make an in-depth analysis of the origins and the rapid spread of the figures of the so-called Computer-generated Influencers who, recently, have invaded the social network area and are becoming an essential part of the Influencer Marketing strategies of many companies. From a simple and concise introduction to the phenomenon of Influencer Marketing and the fundamental concepts by which it is characterized we will move on to the explanation of the figures of virtual Influencers and the presentation of the most significant case studies, up to a consideration on which are the benefits and, in particular, the ethical disadvantages related to their use. Taking into account the considerations made throughout the report, we will finally come to the definition of some ethical guidelines for the companies operating in the Fashion System industry in order to promote a correct and conscious use of these characters.

Marketing della salute: linee guida per creare un ponte etico tra medico e paziente

Studente: Sara Fabris
Titolo tesi: Marketing della salute: linee guida per creare un ponte etico tra medico e paziente
Docente relatore: Prof.ssa Mariagrazia Villa
Docente controrelatore: Prof.ssa Cristiana Rossato
Presidente commissione di tesi: Prof. Matteo Adamoli
Data discussione tesi: 12 marzo 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Web Marketing & Digital communication

Il presente elaborato si propone di analizzare lo scenario in cui opera il mercato sanitario attuale, evidenziandone le lacune morali e gestionali. L’obiettivo principale è quello di ricavare delle linee guida per il marketing della salute, che sappiano orientare l’approccio strategico in maniera etica. Lo scopo, in senso più ampio, è quello di creare un reale ponte che leghi medico e paziente, attraverso l’attività di marketing della salute e le linee guida progettate, per fare in modo che la disciplina diventi essa stessa fonte e riferimento etico per aziende e professionisti sanitari. Lo studio è condotto tramite l’approfondimento su libri tematici, articoli scientifici e l’applicazione teorica di alcuni modelli di marketing management.

This thesis aims to analyze the scenario in which the current healthcare market operates, drawing a particular attention to its moral and managerial gaps. The main purpose is to outline some health marketing guidelines that are able to guide the strategic approach in an ethical way. In a broader sense, the aim is to create a real connection between the doctor and the patient through the health marketing activity and the guidelines, in order to make this branch of knowledge become a source and an ethical reference for companies and healthcare professionals. The study is conducted through an in-depth study of books, scientific articles and the theoretical application of some marketing management models.

Il marketing scientifico a supporto della customer experience: come ottimizzare l’esperienza del consumatore nel settore agroalimentare

Studente: Andreani Federico
Titolo tesi: Il marketing scientifico a supporto della customer experience: come ottimizzare l’esperienza del consumatore nel settore agroalimentare
Docente relatore: Prof. Francesco Sordi
Docente controrelatore: Prof. Filippo Prataviera
Presidente commissione di tesi: Prof. Nicolò Cappelletti
Data discussione tesi: 12 marzo 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Web Marketing & Digital communication

L’ambito della Customer Experience da tempo viene esplorato e studiato dalle grandi imprese, ma come può una piccola e media impresa rimanere sul mercato? in particolare, come può offrire un’esperienza di marca memorabile e consistente per rimanere in contatto con i consumatori e con i propri clienti? L’obiettivo della tesi sarà quello di esplorare tale ambito, focalizzandosi sul settore dell’agroalimentare. Si esploreranno i pilastri che costituiscono la CX, le metodologie progettuali ad oggi utilizzate e i punti di vista di diversi autori che lavorano in questo ambito. Si approfondirà l’esperienza del consumatore nel settore agroalimentare sia nel rapporto cibo-uomo, che per quanto riguarda la foodies culture. Verrà definito il metodo del marketing scientifico come framework utile nel definire e ottimizzare la brand experience. Per comprendere meglio la tematica affrontate verranno presentati alcuni brand che hanno saputo integrare con maggior successo una strategia di marca esperienziale orientata ai consumatori, per posizionarsi sul mercato in modo efficace. Infine, verrà presentato il progetto de la granaia bakery, una piccola impresa sulla quale è stato applicato il metodo del marketing scientifico per comprendere come offrire ai clienti la migliore esperienza durante tutta la customer journey.

The field of Customer Experience has long been explored and studied by large companies but how can a small and medium-sized company remain on the market in particular in contact with consumers and its customers to offer a memorable and consistent brand experience? The objective of the thesis will be to explore this area by focusing on the agri-food sector. Will be explored the pillars that make up the CX, the design methodologies used to date and the points of view of various authors working in this area. The experience of the consumer in the agri-food sector will be deepened both in the food-man relationship and in the foodies culture. The scientific marketing method will be defined as a useful framework in defining and optimizing the brand experience. To better understand the topic addressed, some of the brands that have most successfully defined an integrated brand strategy constantly oriented towards consumers to position themselves on the market in an effective way will be presented. Finally, the project of the granaia bakery will be defined, a small business to which scientific marketing has been applied in order to understand how to offer customers the best experience throughout the customer journey.

L’estetica vintage come risorsa di creatività per progettare una strategia di nostalgia marketing. Un progetto originale di sensibilizzazione sociale mediante l’uso della cartolina per Gilda in Città

Studente: Francesca Angelozzi
Titolo tesi: L’estetica vintage come risorsa di creatività per progettare una strategia di nostalgia marketing. Un progetto originale di sensibilizzazione sociale mediante l’uso della cartolina per Gilda in Città
Docente relatore: Prof.ssa Chiara Marin
Docente controrelatore: Prof.ssa Maria Pia Favaretto
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Michela Drusian
Data discussione tesi: 11 marzo 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Creatività e design della comunicazione

La tesi è volta a comprendere le modalità creative attraverso le quali l’estetica vintage trova impiego nella contemporaneità al fine di utilizzarle per la promozione di un’associazione culturale. Il lavoro di ricerca si apre con un’analisi terminologica dei vocaboli connessi al fenomeno vintage e i motivi che spiegano il legame affettivo che le persone esperiscono attraverso di esso. Si scoprirà poi come le tendenze ricombinatorie, tipiche della cultura contemporanea, siano parte della poetica di alcuni artisti e designer qui significativi ed esposti come case study. L’unicità della comunicazione che si serve di un’estetica vintage si rintraccia primariamente nella relazione con il passato e quindi con il sentimento della nostalgia. Ad una approfondita comprensione della nostalgia seguiranno le motivazioni che la vedono coinvolta come un’efficace leva di marketing nella contemporaneità. In seguito, si comprenderà come il legame nostalgico possa stringersi anche attraverso i mezzi di comunicazione, la cui tradizionale opposizione tra analogici e digitali viene meno, in favore di una loro ibridazione. Nello specifico si vedrà come il medium della cartolina, lontano dall’essere dimenticato, trovi oggi notevoli impieghi in molteplici contesti. Infine, i diversi ambiti di analisi convoglieranno nel progetto promozionale realizzato per Gilda in Città, una nascente realtà associativa con sede a Udine. I principali elementi strategici progettati in occasione del suo evento di lancio si sono serviti dell’estetica vintage, sfruttando le potenzialità espressive ed emozionali del medium cartolina.

The thesis aims at understanding the creative ways through which vintage aesthetics is used in the contemporary world and can be applied in the promotion of a cultural association. The research begins with a terminological analysis of the words connected to the vintage phenomenon and the reasons that explain the emotional bond that people experience through it. Then we will discover how the recombination tendencies, typical of the contemporary culture, are used by some artists and designers, reported here as case studies. The communication that uses a vintage aesthetics is unique because of its relationship with the past and therefore with the feeling of nostalgia. A thorough understanding of nostalgia will be followed by the reasons that explain why it is an effective marketing lever. Later we will understand how the nostalgic bond can also be tightened through the communication tools, whose traditional opposition between analogue and digital disappears because of their hybridization. Specifically, we will see how nowadays postcards find significant uses in many contexts. Finally, the different areas of analysis will be employed in the promotional project created for Gilda in Città, a rising association based in Udine. Many strategic elements were designed for its launch event through the use of vintage aesthetics and the postcard’s expressive and emotional potential.

L’estetica della sostenibilità comunicata ai Millennials. Progetto per illycaffè.

Studente: Matilde Tiriticco
Titolo tesi: L’estetica della sostenibilità comunicata ai Millennials. Progetto per illycaffè.
Docente relatore: Prof.ssa Maria Pia Favaretto
Docente controrelatore: Prof. Francesco Franco Civelli
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Michela Drusian
Data discussione tesi: 11 marzo 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Creatività e design della comunicazione

Parlare di sostenibilità oggi a un pubblico iperconnesso e diffidente può essere un rischio, a cui corrisponde però un crescente interesse delle nuove generazioni in pratiche di sostenibilità ambientali e sociali. Il potenziale di questa condizione può essere trasformato con successo in preferenze d’acquisto da aziende etiche parlando di sostenibilità tramite azioni credibili e processi co-creativi. La ricerca analizza la percezione della generazione dei Millennials (persone nate tra il 1994 e il 1981) della Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI) dell’azienda illycaffè e dell’interesse di questo pubblico nei confronti di business sostenibili. Mediante una ricerca on field condotta tramite questionario e una ricerca desktop, si è evinto l’interesse da parte dei Millennials di approfondire la Qualità Sostenibile di illycaffè e la brand equity del brand illy. L’opportunità rilevata dalla ricerca ha portato alla prototipazione di una campagna di branding crossmediale e multisensoriale il cui oggetto è la comunicazione della RSI di illycaffè mediante tecniche di storytelling d’impresa. La tesi indaga nella prima sezione Framework la letteratura sulla RSI, le Società Benefit, gli strumenti di comunicazione della RSI e le generazioni interessate alle sostenibilità a confronto; a seguire illustra, in Qualità Sostenibile: La RSI per illycaffè, la storia dell’azienda, il modello di business, la comunicazione del valore e gli strumenti di comunicazione della RSI di illycaffè; in conclusione, in Comunicare la RSI di illycaffè ai Millennials, viene introdotta la metodologia di ricerca e l’analisi dei risultati, la strategia comunicativa e il progetto.

Talking about sustainability today to an hyper-connected and suspicious public can be a risk, which however corresponds to a growing interest of the new generations in environmental and social sustainability practices. The potential of this situation can be successfully transformed into purchasing preferences by ethical companies by talking about sustainability through credible actions and co-creative processes. The research analyzes the perception of the Millennial generation (people born between 1994 and 1981) of the Corporate Social Responsibility (CSR) of the illycaffè company and the interest of this public in sustainable businesses. Through an on-field research conducted via a questionnaire and a desktop search, the interest on the part of Millennials to investigate illycaffè's Sustainable Quality and the illy brand equity was revealed. The opportunity identified by the research led to the prototyping of a cross-media and multisensory branding campaign whose object is the communication of illycaffè's CSR through business storytelling techniques. In the first section “Framework”, the thesis investigates the literature on CSR, the Benefit Companies, the communication tools of CSR and the generations interested in sustainability in comparison; below he illustrates, in “Sustainable Quality: The CSR For illycaffè”, the history of the company, the business model, the communication of value and the communication tools of illycaffè's CSR; in conclusion, in “Communicating illycaffè's CSR to Millennials”, the research methodology and the analysis of the results, the communication strategy and the project are introduced.

Animal Crossing: New Horizons e COVID-19: fare community in un contesto di social distancing. Progettazione di un’interfaccia completa e centrata sull’utente.

Studente: Ilaria Cogo
Titolo tesi: Animal Crossing: New Horizons e COVID-19: fare community in un contesto di social distancing. Progettazione di un’interfaccia completa e centrata sull’utente.
Docente relatore: Prof. Nicola Ferrari
Docente controrelatore: Prof. Vittorio Montieri
Presidente commissione di tesi: Prof. Nicolò Cappelletti
Data discussione tesi: 10 marzo 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Web Marketing & Digital communication

Marzo 2020, in piena pandemia da Coronavirus, ci troviamo in una situazione che non ha precedenti nella storia e per questo le regole che siamo abituati a seguire non valgono più. Ed ecco che miliardi di persone si ritrovano a combattere una battaglia che sanno di poter vincere solo remando con responsabilità e senso civico verso la direzione indicata da medici e scienziati. In questo contesto il mondo digitale è diventato uno strumento indispensabile per poter garantire la continuità di servizi e attività, come didattica a distanza e smart working, ma soprattutto come canale che ha permesso momenti di vicinanza e socialità, nonostante le limitazioni fisiche. In particolare, un importante contributo è stato apportato dall’industria dell’intrattenimento e dei videogiochi. Animal Crossing: New Horizons, lanciato da Nintendo Co. Ltd a marzo, è diventato rapidamente un successo planetario dando la possibilità ai giocatori di ritrovare una nuova quotidianità, congelata a causa dell'emergenza, all’interno del gioco stesso. L’obiettivo principale della presente tesi sarà quello di fornire un’analisi completa del contesto attuale e progettare un’applicazione di VoIP, direttamente collegata al gioco di ACNH, come strumento di socializzazione.

Since march 2020, in the middle of the Coronavirus pandemic, we have found ourselves in a situation that is unprecedented in history and for this reason the rules we are used to apply are no longer valid. Billions of people find themselves fighting a battle they know they can only win by rowing with responsibility and civic sense in the direction indicated by doctors and scientists. In this context, the digital world has become an indispensable tool in order to guarantee the continuity of services and activities, such as distance learning and smart working, but above all it has been a channel that has allowed moments of closeness and sociality, despite physical limitations. In particular, an important contribution was made by the entertainment and video game industry. Animal Crossing: New Horizons, launched by Nintendo Co. Ltd in March, quickly became a worldwide success, giving players the chance to find a new everyday life, frozen by the emergency, within the game itself. The main objective of this thesis will be to provide a complete analysis of the current context and design a VoIP application, directly linked to the ACNH game, as a socialization tool.

La gamification in ambito museale: linee guida per i decision maker del settore culturale

Studente: Anna Massignani
Titolo tesi: La gamification in ambito museale: linee guida per i decision maker del settore culturale
Docente relatore: Prof. Umberto Rosin
Docente controrelatore: Prof. Vittorio Montieri
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Chiara Bertato
Data discussione tesi: 10 marzo 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Web Marketing & Digital communication

Questa tesi si propone di analizzare la gamification e le sue applicazioni in ambito museale al fine di individuare la strategia migliore per orientare le scelte dei decision maker dei musei volte all’appicazione di tecniche gamificate. Le tecniche di gaming e gamification, infatti, sono sempre più utilizzate dalle istituzioni culturali per coinvolgere maggiormente e raggiungere nuovi pubblici stimolando i visitatori nell’esperienza di visita. Il gioco infatti non è solo un elemento ludico, ma adottato in questo contesto può essere utilizzato per trasmettere informazioni che, grazie all’engagement, permette di ricordare maggiormente l’esperienza e le nozioni apprese. Inoltre, i di sistemi gamificati in ambito museale sono utilizzati per comunicare i contenuti del museo in modo innovativo, con il fine di coinvolgere il visitatore per migliorare la sua esperienza. Le tecniche di gamification possono essere declinate in varie modalità per offrire al pubblico un’esperienza memorabile, e ai musei uno strumento di marketing culturale. Ma, quali sono i principi da seguire per realizzare sistemi di gaming museale di successo? Non tutte le applicazioni risultano essere efficaci. I musei hanno bisogno di specifiche procedure da seguire per integrare questo strumento in modo opportuno all’interno della propria strategia.

This work aims to analyze gamification and its applications in the museum environment in order to identify the best strategy to guide the choices of the decision maker of museums aimed at applying gamified techniques. Gaming and gamification techniques are in fact increasingly used by cultural institutions to engage and reach new audiences by stimulating visitors in the visiting experience. “Game” is not only a playful element but adopted in this context it can be used to transmit information, which thanks to the engagement allows to better remember the experience and the notions learned. The gamified systems in museums are also used to communicate the contents of the museum innovatively, to involve the visitor to improve his experience. Gamification techniques can be declined in various ways to offer the public a memorable experience, and for museums, a cultural marketing tool. But, what are the principles to follow to create successful museum gaming systems? Not all applications are effective. Museums need specific procedures to integrate gamification in an appropriate way within their strategy.

Nudge Marketing e social network: le tecniche per influenzare in modo efficace i comportamenti d'acquisto dei consumatori online

Studente: Greta Lancerin
Titolo tesi: Nudge Marketing e social network: le tecniche per influenzare in modo efficace i comportamenti d'acquisto dei consumatori online
Docente relatore: Prof. Umberto Rosin
Docente controrelatore: Prof. Vittorio Montieri
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Chiara Bertato
Data discussione tesi: 10 marzo 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Web Marketing & Digital communication

Ogni giorno ci capita di fare delle scelte, dalle più semplici alle più complesse. Molto spesso, però, a causa della nostra razionalità limitata, ci accontentiamo di adottare non la soluzione migliore in assoluto ma la più immediata. Per questo motivo può essere fondamentale una “spinta gentile” che aiuti a prendere la scelta giusta: il Nudge Marketing. Introdotto nel 2008 dagli economisti comportamentali Richard Thaler e Cass Sunstein, rappresenta un incoraggiamento dolce e non esplicito verso una determinata opzione considerata migliore per l’individuo, senza limitare la sua libertà di scelta. I costi di applicazione sono molto bassi poiché è sufficiente intervenire nell'architettura della scelta cambiando il modo in cui vengono presentate le varie opzioni. Il Nudge Marketing può essere utilizzato in moltissimi campi, sia offline che online, al fine di sollecitare le persone a migliorare i propri comportamenti. Negli ultimi anni, anche i social media sono diventati teatro di spinte gentili. Con piccoli accorgimenti è infatti possibile migliorare l’esperienza d’uso di applicazioni e siti, e rendere ottimali le campagne di marketing e comunicazione sui social network, incentivando gli utenti alla conversione. Pertanto, l’elaborato si propone di indagare, attraverso una ricerca sul campo, se i contenuti social dei brand che utilizzano il Nudge Marketing sono più o meno efficaci dei contenuti tradizionali nello spingere gli utenti a compiere azioni di acquisto.

Every day we make choices, from the simplest to the most complex. Because of our limited rationality, very often we choose not the best solution but the most immediate. For this reason a “gentle push” can be essential to help make the right choice: Nudge Marketing. Introduced in 2008 by behavioral economists Richard Thaler and Cass Sunstein, it’s a gentle and non-explicit encouragement towards an option considered better for the individual, without limiting his freedom of choice. The application costs are very low since it’s sufficient to intervene in the architecture of choice, changing the way of presenting options. Nudge Marketing can be used in many fields, both offline and online, in order to encourage people to improve their behavior. In recent years, social media has also become the scenery of gentle pushes. In fact, with small changes the user experience of applications and sites can be improved, and marketing and communication campaigns on social networks can be optimized, encouraging users to convert. Therefore, the paper aims to investigate, through a field research, if social contents of brands that use Nudge Marketing are more or less effective than traditional contents in stimulating users to make purchases.

Data Driven Experience: comprendere i dati per migliorare la customer experience all’interno di una strategia di marketing

Studente: Chiarini Davide
Titolo tesi: Data Driven Experience: comprendere i dati per migliorare la customer experience all’interno di una strategia di marketing
Docente relatore: Prof. Mariano Diotto
Docente controrelatore: Prof. Marco Maltraversi
Presidente commissione di tesi: Prof. Nicolò Cappelletti
Data discussione tesi: 9 marzo 2021
Licenza/Laurea Magistrale in: Web Marketing & Digital communication

Il mercato è fluido e dinamico, le persone hanno riacquistato potere e possono decidere le sorti di un brand, e il progresso tecnologico sta guidando la quarta rivoluzione. In un contesto così complesso le imprese possono trovare maggiori certezze solo con l’implementazione di una strategia data-driven e di una nuova mentalità aziendale. Però capire come sfruttare al meglio i big data necessita di entrare in profondità nell’argomento, analizzarne le potenzialità e studiare i principali framework operativi. La seguente tesi vuole approfondire il ruolo dei dati nel panorama aziendale attuale guardando alle loro principali caratteristiche, all’evoluzione storica e al fenomeno della datafication. L’elaborato vuole inoltre dimostrare come leggere, sfruttare e rappresentare i dati all’interno della strategia di marketing e per prendere decisioni utili. Infine, si approfondirà la lettura dei dati per migliorare la customer experience scoprendo come il filo conduttore di tutte le attività basate sui big data rimanga l’essere umano, da un lato come soggetto di riferimento a cui portare valore con il marketing, dall’altro come componente di un team che grazie al bilanciamento tra analisi e creatività sarà in grado di portare a risultati eccellenti.

The market is fluid and dynamic, people have regained power and can decide the fate of a brand, and technological progress is driving the fourth revolution. In such a complex context, companies can find more certainty only by implementing a data-driven strategy and a new business mindset. However, understanding how to make the most of big data requires an in-depth understanding of the subject, an analysis of its potential and a study of the main operational frameworks. The following thesis aims to deepen the role of data in the current business landscape by looking at their main characteristics, historical evolution and the phenomenon of datafication. The paper also wants to demonstrate how to read, exploit and represent data within the marketing strategy and to make useful decisions. Finally, it will deepen the reading of data to improve the customer experience discovering how the common thread of all activities based on big data remains the human being, on one hand as a reference subject to which bring value with marketing, on the other as a component of a team which thanks to the balance between analysis and creativity will be able to bring excellent results.