images/grafica/TESTATE/STC/TESI_DI_LAUREA/LE-NOSTRE-ECCELLENZE.png

Eccovi gli studenti che si sono laureati nella nostra università con il massimo dei voti nel corso di Baccalaureato/Laurea Triennale in Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale.

Le strategie di marketing contemporanee per instaurare una relazione efficace e duratura con i consumatori oggi: il caso studio Jovanotti

Studente: Angelica Tomasi
Titolo tesi: Le strategie di marketing contemporanee per instaurare una relazione efficace e duratura con i consumatori oggi: il caso studio Jovanotti
Docente relatore: Prof.ssa Chiara Bertato
Docente controrelatore: Prof. Carlo Meneghetti
Presidente commissione di tesi: Prof. Matteo Adamoli
Data discussione tesi: 06 ottobre 2020
Laurea Triennale Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La relazione che un’azienda instaura con il consumatore assume oggi un’importanza sempre maggiore all’interno delle strategie di marketing della comunicazione. Il cliente acquista un ruolo sempre più attivo e decisivo rispetto alle azioni di mercato, tanto da influenzare la comunicazione dell’azienda. In questo elaborato si è voluto analizzare come l’evoluzione storica, sociale e culturale dei mercati e dei loro soggetti abbia spostato il focus delle aziende dalla produzione alle persone. In particolare si è indagato il ruolo dell’utente da consumer a co - creator, esaminando le modalità con cui oggi un brand instaura una relazione empatica, duratura ed efficace con le persone. Nella tesi sono stati inoltre analizzati gli strumenti e le tecniche che oggi un’azienda può utilizzare per coinvolgere i consumatori cognitivamente ed emotivamente con lo scopo di creare fidelizzazione. Mediante l’utilizzo di nozioni e strumenti appresi durante il percorso di studi, è stato infine approfondito il caso studio Jovanotti in quanto brand di successo capace di creare un forte grado di engagement e advocacy. L’obiettivo è quello di comprendere quali strumenti e strategie di marketing contemporanee siano stati utilizzati dal brand per instaurare e consolidare il legame con il proprio pubblico.

Nowadays the relation established by a company with its consumers gets a growing importance within marketing communication strategies. The client has developed such an active and decisive role with respect to market actions that it became able to influence the company’s communication and growth. The aim of this project is to analyze how the historical, social and cultural evolution of markets and their subjects have shifted the companies’ focus from production to people. In particular, I want to examine the changing role of the user, from consumer to co - creator, exploring the ways through which a brand establishes an empathetic, durable and efficient relationship with people. Moreover, this thesis studies the instruments and techniques used by a company to involve the consumers on a cognitive and emotional level aiming to the creation of advocacy. Eventually, I’m going to deepen the Jovanotti case study through the notions and tools learnt during my course of study as an example of a successful brand able to create strong engagement and advocacy. The main goal is to understand which instruments and contemporary marketing strategies have been used to build and strengthen the bond with its public.

“Fare marketing rimanendo brave persone”: il fenomeno Slow Brand e il caso aziendale Brunello Cucinelli S.p.A.

Studente: Francesca  Marchese
Titolo tesi: “Fare marketing rimanendo brave persone”: il fenomeno Slow Brand e il caso aziendale Brunello Cucinelli S.p.A.
Docente relatore: Prof.ssa Federica Negri
Docente controrelatore: Prof. Giovanni Claudio Noventa 
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Michela Drusian
Data discussione tesi: 06 ottobre 2020
Laurea Triennale Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Funzionalità o bellezza? Numeri o significati? Profitto o valore? Non più un aut aut, è opportuno teorizzare un’impresa che prospera nell’armonia delle parti. Oggetto della tesi è l’integrazione di marketing, etica ed estetica nella fashion industry. Il progetto di ricerca analizza la Corporate Social Responsability quale chiave della gestione dell’emergenza Coronavirus. Le coordinate spazio-temporali del mondo che abitiamo sono state profondamente minate dal COVID-19 e le maison di moda hanno vestito i panni di attori sociali, prima che economici. Il caso dell’azienda Brunello Cucinelli S.p.A evidenzia come il capitalismo umanista coniughi successo e responsabilità d’impresa forte del principio greco καλὸς καὶ ἀγαθός. Un cambio di rotta rispetto al modello economico basato solo sul profitto è possibile grazie a un “rinascimento” del concetto di marketing.

Functionality or beauty? Numbers or meanings? Profit or value? No longer an aut aut, it is appropriate to theorize a new company that thrives in harmony. The main theme is the integration of marketing, ethics and aesthetics in fashion industry. The research project analyzes Corporate Social Responsibility as a key for managing the Coronavirus emergency. The space-time coordinates of the world we inhabit have been deeply compromised by COVID-19 and fashion houses have started to play the role of social actors, rather than economic ones. The company Brunello Cucinelli S.p.A highlights how humanistic capitalism, based on the Greek principle ‘καλὸς καὶ ἀγαθός’, combines success and corporate responsibility. The route change related to the economic model only based on profit, is possible through a “renaissance” of marketing definition.

La coffee customer experience quale esperienza di valore nel viaggio del consumatore contemporaneo: il caso Starbucks Reserve Roastery di Milano

Studente: Antonella Donato
Titolo tesi: La coffee customer experience quale esperienza di valore nel viaggio del consumatore contemporaneo: il caso Starbucks Reserve Roastery di Milano
Docente relatore: Prof.ssa Chiara Bertato
Docente controrelatore: Prof. Carlo Meneghetti
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Michela Drusian
Data discussione tesi: 06 ottobre 2020
Laurea Triennale Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Questa tesi si propone di analizzare il format Reserve Roastery dell’azienda Starbucks, presso lo store di Milano: un approccio esperienziale applicato al punto vendita per contribuire alla costruzione di valore nella customer experience. Attraverso lo studio della cultura e del consumo del caffè si definisce il contesto di azione in cui Starbucks si è inserita con il suo format. L’analisi della storia della bevanda e della sua evoluzione, in particolare nel mercato italiano, permette di comprendere le caratteristiche dei consumatori contemporanei, le motivazioni alla base delle loro abitudini di consumo e le peculiarità dei punti vendita odierni. Attraverso l’approfondimento dei principali movimenti legati al caffè si mette, inoltre, in luce il suo particolare percorso evolutivo. Grazie allo studio del background culturale, si comprendono quali motivazioni abbiano spinto l’azienda benchmark del settore a progettare e introdurre un format in grado di rispondere alle esigenze del mercato e del consumatore contemporaneo. L’analisi della Reserve Roastery di Milano vuole dimostrare il valore della customer experience all’interno del punto vendita. In tal senso, l’esperienza di consumo progettata ad hoc nella Roastery risulta essere una valida strategia in grado di costruire una relazione significativa tra i clienti e il brand, creando un valore reale per la persona all’interno del suo customer journey.

This thesis analyses the Milan Starbucks Reserve Roastery concept: an experiential approach applied to the point of sale, which aims to build value in the customer experience. The context of action in which Starbucks has inserted itself is defined through the study of the culture and the consumption of coffee. The analysis of the coffee history and its evolution, particularly in the Italian market, allows us to understand the characteristics of contemporary consumers, the reasoning behind their consumption habits and the specific features of today points of sale. Through the study of the main movements related to coffee, its evolutionary path is also highlighted. Thanks to the analysis of the cultural background, it is possible to understand what motivations led the benchmark company to design and introduce a format capable of meeting the needs of the market and contemporary consumers. The purpose of the study of Milan Reserve Roastery is proving the value of the in-store customer experience. In this sense, the ad hoc customer experience designed for the Roastery turns out to be a valid strategy, capable of creating a significant relationship between the customers and the brand by creating a real value for the person within his customer journey.


Il linguaggio performativo come ultimo baluardo della comunicazione hic et nunc dell’opera d’arte

Studente: Giacomo Baccega
Titolo tesi: Il linguaggio performativo come ultimo baluardo della comunicazione hic et nunc dell’opera d’arte
Docente relatore: Prof.ssa Milena Cordioli
Docente controrelatore: Prof.ssa Anna Saccani
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Chiara Bertato
Data discussione tesi: 05 ottobre 2020
Laurea Triennale Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Nell’era della tecnica e delle infinite possibilità, l’opera d’arte è stata attratta dal vortice del meccanismo del mercato. È divenuta feticcio, merce, oggetto-icona da possedere, da plasmare, da archiviare negli spazi di memoria delegata virtuale. È l’ineluttabile sintomatologia dell’individuo postmoderno, che tutto vuole accumulare, incosciente che con una mano tutto non si può trattenere, e che così facendo tutto scivola via. Un unico linguaggio artistico rimane estraneo da questa logica, irriducibile al sistema della mercificazione e del consumo bulimico dell'immagine. Il linguaggio performativopartecipativo si compie nello svolgersi, nel “qui ed ora”, nell’hic et nunc, permettendo la creazione di uno spazio di comunicazione e di apertura tra artista e pubblico-coatuore, in cui l’Io si proietta nell’altro, in un reciproco riconoscimento dialogico.

During the era of technology and infinite possibilities we are nowadays living, works of art have become objects of commodification. They turned into mere fetishes and merchandise for people to possess, images ready to be dismissed and archived. It is the inevitable postmodern man sickness: everything needs to be accumulated. It goes without saying it's impossible to hold onto it without letting it all slip away. Only one kind of artistic expression remains untouched by this dynamic, and that is live performance art happening in the present moment, the hic et nunc. This artistic expression creates a space of true open communication between artist and audience in which one is impossible to exist without the other, and a reciprocated awareness is born.

Comunicazione pubblicitaria e coinvolgimento emotivo

Studente: Francesca Cenedese
Titolo tesi: Comunicazione pubblicitaria e coinvolgimento emotivo.
Docente relatore: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Docente controrelatore: Prof. Ferdinando Azzariti
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Chiara Bertato
Data discussione tesi: 05 ottobre 2020 
Laurea Triennale Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La problematica che questa tesi si pone è comprendere come si è evoluto l’ambito pubblicitario nel tempo. In particolare, si concentra sulle esigenze odierne del target, alla luce dei cambiamenti delle nuove tecnologie, che hanno comportato un nuovo assetto e necessità all’interno della società. L’attenzione sarà rivolta principalmente all’intelligenza emotiva, concepita come mezzo principale per instaurare un rapporto duraturo e veritiero con il cliente, basato sulla fiducia reciproca. È utile comprendere le possibilità di questa nuova forma di comunicazione per riuscire, in quanto comunicatori, a utilizzarla al meglio, sviluppando strategie efficaci e adeguate al contesto contemporaneo. In molti ambiti disciplinari, a partire dalla psicologia fino ai più moderni, come le neuroscienze, si cerca già da molti anni di dimostrare le potenzialità e l’influenza dell’aspetto emozionale nelle decisioni di vita delle persone, tra cui anche quelle d’acquisto.

The problem that this thesis raises is to understand how the advertising field has evolved over time. In particular, it focuses on today's target needs, considering the changes of new technologies, which have led to a new structure and needs within society. Emotional intelligence will be the main focus, conceived as the main method to establish a lasting and truthful relationship with the customer, based on mutual trust. It is useful to understand the possibilities of this new form of communication to be able to use it in the best way developing effective strategies appropriate to the contemporary context as communicators. In many disciplinary fields, starting from psychology up to the more modern ones, such as neuroscience, for many years attempts have been made to demonstrate the potential and the influence of the emotional aspect in people's life decisions, including purchasing decisions.

Il marchio Freitag tra allestimento e comunicazione. Progetto per potenziare la brand identity negli F-Dealer attraverso un nuovo sistema di exhibition.

Studente: Irene Valli
Titolo tesi: Il marchio Freitag tra allestimento e comunicazione. Progetto per potenziare la brand identity negli F-Dealer attraverso un nuovo sistema di exhibition.
Docente relatore: Prof. Aurelio Chinellato
Docente controrelatore: Prof. Nicolò Fazioni
Presidente commissione di tesi: Prof. Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 15 luglio 2020
Laurea Triennale Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Per la creazione di questa tesi si è partiti dall’analisi degli F-Dealer, negozi rivenditori del brand Freitag. Questi presentano tutti diverse peculiarità perciò i prodotti Freitag al loro interno risultano molte volte poco visibili e non identificabili. Si è pensato quindi di creare un nuovo allestimento per questi store che rispetti i valori di Freitag e al contempo garantisca al brand maggiore riconoscibilità. Viene quindi fatta inizialmente un’analisi della storia dell’azienda e di come comunica per capire i principi fondanti e il suo tone of voice. Inoltre vengono analizzati i negozi monomarca, F-Store. Si è rivelato inoltre essenziale spaziare dall’ambito Freitag per studiare come Apple comunica all’interno delle grandi catene di distribuzione di elettronica. Infine, per poter creare un progetto in linea con i valori del brand, sono stati studiati i concetti alla base dell’upcycling e le procedure di progettazione per un design che sia più attento al proprio impatto sull’ambiente e sulle persone.

To create this thesis we started from the analysis of Freitag’s resellers, called F-Dealers. Every store is very different from each other and Freitag’s products often are not visible nor recognizable. We wanted to create a new set up that respects Freitag’s values but at the same times makes the brand more recognizable. We began with an analysis of Freitag’s history and its communication to understand the core values and tone of voice. Beyond that, we analysed Freitag’s single-brand stores, F-Stores. It was essential to take into consideration something out of the Freitag’s world, so we studied Apple’s communication within large distribution chains. At the end, we analysed the concept of upcycling and the procedures to create a design object that respects environment and people.




La cultura normcore e i mercati contemporanei: il caso studio GCDS

Studente: Beatrice Semenzato
Titolo tesi: La cultura normcore e i mercati contemporanei: il caso studio GCDS
Docente relatore: Prof.ssa Chiara Bertato
Docente controrelatore: Prof. Matteo Adamoli
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 14 luglio 2020
Laurea Triennale Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

La moda di oggi subisce le contaminazioni dell’estetica del brutto, riflesso della società contemporanea. Tali contaminazioni hanno chiari fondamenti storici, filosofici e comunicativi. Oggi la moda “brutta” viene rivalutata da alcuni brand i quali basano le proprie collezioni su uno stile che attinge dalle categorie di cattivo gusto estetico Kitsch, Camp, Trash e Neokitsch. Le rivalutazioni del gusto passato vengono sfruttate dai mercati contemporanei nel mondo dello streetwear di lusso. Il target di riferimento è principalmente costituito da giovani appartenenti alla generazione z i quali sentono la necessità di definire la propria identità attraverso uno stile d’abbigliamento. Tale analisi storica cerca di chiarificare il presente per diffondere cultura e consapevolezza intorno alle odierne abitudini di consumo nella moda.

Today fashion is extremely influenced by what is considered ugly aesthetic, the new reflection of the contemporary society. The connection between fashion and ugly aesthetic is storically, philosophically and communicationally determinated by the past. This taste is today an inspiration for several brands that create their clothes and base their style around categories like Kitsch, Camp, Trash and Neokitsch. Contemporary markets are using this trend to define the newest luxury of streetwear. The majority of the customers are young people about generation z that want to be able to define their identity through clothes. The historical analysis of these topics should be helpful to share culture and awareness about the present habits of consumption in the fashion field.

L'evoluzione dei supporti mediali e la smaterializzazione dell'io

Studente: Carolina Olivieri
Titolo tesi: L'evoluzione dei supporti mediali e la smaterializzazione dell'io
Docente relatore: Prof.ssa Federica Negri
Docente controrelatore: Prof.ssa Arianna Novaga
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 14 luglio 2020
Laurea Triennale Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Attraverso questa tesi ho tentato di indagare la condizione dell’io nel contemporaneo, focalizzandomi sull’aspetto percettivo a seguito delle implicazioni dovute alla rivoluzione digitale. Ho scelto questo tema specifico poiché dall’analisi dei testi di numerosi autori – principale strumento di elaborazione e riflessione – è emersa una rivoluzione che si distingue non in termini materiali, com’è usuale pensare, ma piuttosto in termini psicologici e appunto percettivi. Ritengo dunque questo tema importante poiché, a mio parere, la mancata comprensione del legame tra gli oggetti della rivoluzione e il loro effetto sull’uomo, è complice della nota sensazione di impotenza tipica dell’età contemporanea, nonostante le molteplici possibilità virtuali permesse dai dispositivi. Questo clima di contraddizione verrà sostenuto nel corso della tesi dialetticamente: concettuale e concreto, astratto e materiale, virtuale e reale, costituendo le categorie oppositive dei principali capitoli.

Through this thesis I tried to explore the condition of the self in the contemporary age and I decided to focus on the perceptual aspect following the implication due to the digital revolution. I have chosen this specific topic because by the analysis of several authors – method that represent the main tool of elaboration – it has emerged a distinct revolution characterized not in material’s terms but rather in psychological and perceptive terms. So after these considerations, I believe on the relevance of these topic because in my opinion the lack of understanding between the revolution’s objects and their effects on the individuals represent the reason of the helplessness’ sensation characteristic of the contemporary age, despite the several possibilities permitted by the devices. This mood of contradiction will be support during the thesis by equal dialectic: conceptual and concrete, abstract and material, virtual and real, that they will constitute the oppositional categories of the leading chapters.

Progetto editoriale sulla condizione afasica: si può non comunicare

Studente: Marco Paris
Titolo tesi: Progetto editoriale sulla condizione afasica: si può non comunicare
Docente relatore: Prof. Claudio Giovanni Noventa
Docente controrelatore: Prof.ssa Greta Ruffino
Presidente commissione di tesi: Prof.ssa Giovanna Bandiera
Data discussione tesi: 14 luglio 2020
Laurea Triennale Internazionale in: Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale

Dalla rivoluzione digitale, l’appartenenza alla tecnica ha conosciuto un rafforzamento tale da elevare l’efficienza di una performance a metro di misura fondamentale per definire le reti di interlocuzione. Il linguaggio, da sempre essenza dell’uomo in quanto animale razionale dotato di logos, si è anch’esso adattato alla suddetta evoluzione antropologica.
Tuttavia, di fronte a una comunicazione efficace e quasi sempre vincente, è importante soffermarsi sulla condizione afasica, un disturbo acquisito del linguaggio che limita la comprensione e la formulazione verbale. La seguente tesi approfondisce il tema dell’afasia secondo un approccio multidisciplinare e comprende l'ideazione di un progetto di grafica editoriale atto a indagare la possibilità di non comunicare verbalmente.

Since the digital revolution, the value of the technique has been strengthened enough to elevate the efficiency of a performance to a fundamental measure to define the interlocution networks. Language itself, the essence of man as a rational animal with logos, has also adapted to the aforementioned anthropological evolution.
However, in the face of effective and almost always successful communication, it is important to dwell on the aphasic condition, an acquired language disorder that limits the ability to understand and verbal formulation. The following graduation project explores the theme of aphasia according to a multidisciplinary approach and it includes the idea of an editorial project aimed at investigating the possibility of not communicating verbally.