https://iusve-comunicazione.s3.amazonaws.com/images/grafica/TESTATE/NEWS/news_comunicazione.png

Federica Gemma racconta la sua esperienza in Uruguay

“What’s meant to be will always find its way”
È questa la frase che mi ripetevo da anni, con la speranza che un giorno avrei avuto l’opportunità di trascorrere un periodo di studi all’estero. Mandare la mia candidatura per concorrere alla borsa di studio non è stata affatto una decisione dell’ultimo secondo, al contrario, è stato uno dei momenti universitari più attesi. Il mio percorso liceale linguistico mi aveva dato infatti la consapevolezza degli innumerevoli aspetti positivi che presentava un’esperienza di questo tipo.

Da quando ho saputo che mi era stata data l’opportunità di vivere ciò che mi avrebbe cambiato la vita a quando effettivamente son partita sono passati circa due anni. Così tra lezioni universitarie a distanza, esami online, quarantene, lockdown e una discussione di laurea triennale, ho aspettato impazientemente che il momento tanto atteso arrivasse.

La pandemia da Covid-19 avrebbe potuto però far sfumare il mio sogno fino al giorno prima, perchè per entrare in Uruguay necessitavo di un PCR test negativo. Devo ammettere che non è stata una missione semplice durante l’ondata maggiore che ha vissuto l’Italia e forse è proprio per questo che non ho realizzato fino al giorno prima della partenza ciò che stavo per vivere.

Il 22 Gennaio 2022, dopo 17 ore effettive di viaggio, di cui 13 ore di volo diretto da Madrid a Montevideo, pasti riscaldati a orari improponibili e aerei mezzi vuoti, mi son ritrovata nell’altro emisfero, nel bel mezzo dell’estate di questo paisito, tanto grande quanto poco popolato.

L’Uruguay è incastonato tra i grandi Brasile e Argentina e veramente poco spesso se ne sente parlare come meta turistica. Anzi, se vogliamo dirla tutta, l’Uruguay non è nemmeno tra i Paesi più conosciuti, tanto che spesso viene confuso con il Paraguay. In realtà ha molto da offrire, soprattutto agli amanti della natura come me; infatti se volessimo descrivere l’Uruguay in poche parole potremmo dire che: è ricoperto da immense distese erbose punteggiate da mucche al pascolo; tratteggiato da larghe e chilometriche spiagge deserte che si inabissano tra le onde dell’oceano Atlantico, oltre ad essere avvolto da un cielo azzurro intenso sempre costellato da palme di qualsiasi tipo e dimensione.

Appena arrivata ho avuto bisogno di qualche settimana di adattamento, necessaria per superare l'impatto non solo con la cultura uruguaiana, ma anche con quella americana dei miei compagni USAC e con quella messicana della mia amica più cara del gruppo. Il mio semestre all’estero è poi trascorso anche troppo rapidamente: seguendo lezioni di business e management presso l’Universidad ORT nel quartiere di Pocitos; migliorando il mio spagnolo e imparando la variante rioplatense (sempre ascoltata nelle telenovelas argentine); mangiando felicemente chivitos, tortas fritas per strada o churros in Parque Rodó; vivendo a 200 metri dal mare, nonché il mio posto preferito in assoluto; bevendo mate lungo la Rambla contemplando l’atardecer; ascoltando musica tanguera e reggaeton. Per la prima volta nella mia vita sono andata anche a vedere una partita di calcio allo stadio (e non uno stadio qualunque ma il Centenario, dove si son svolti i primi mondiali di calcio nel 1930) e in occasione della Giornata della Terra ho partecipato come volontaria a un clean-up in una delle spiaggette che bagnano Montevideo.

Ho avuto la fortuna di esplorare anche fuori da Montevideo: ho camminato lungo le vie ciottolate di Colonia del Sacramento, dove lo stile spagnolo, portoghese e coloniale si fondono; ho ammirato il Rio de La Plata e l'Oceano Atlantico unirsi a Punta del Este; ho potuto scoprire con un roadtrip di 5 giorni tutta la costa oceanica dell’Uruguay fino al Brasile, tra villaggi di pescatori e colonie di leoni marini; mentre durante la settimana dello Spring Break ho visitato l’immensa Buenos Aires.

Credo però che ciò che mi mancherà di più di tutto questo sarà quella sensazione di essere costantemente circondata da persone di altri Paesi, con le quali si condivide una reciproca curiosità nello scoprire l’altro e la sua cultura.

Nonostante sia piuttosto fiduciosa che in futuro possa avere altre occasioni in cui provare nuovamente questa sensazione, per adesso non posso che ringraziare IUSVE e USAC per avermi dato l’opportunità di vivere un’esperienza irripetibile che mi ha riempito il cuore di momenti indimenticabili, arricchito l’anima di sensazioni uniche, dandomi la possibilità di conoscere persone speciali da tutto il mondo.

Dopo due anni bui e monotoni dovuti alla pandemia mi sono ricreduta. Come cita la frase che vedevo sempre scorrere dietro il finestrino dell’autobus sulla via verso l’università a Montevideo:
¡Ánimo compañeros, que la vida puede más!

Guarda l'intervista a Federica ed Edoardo

USAC e IUSVE: riparte l’attività del Tandem linguistico

L’Area di Comunicazione ed educazione è lieta di informarvi che verrà riattivata nel mese di ottobre la possibilità del tandem linguistico in collaborazione con USAC. 
L’esperienza prevede di avere un partner linguistico, per praticare rispettivamente l’inglese e l’italiano e per instaurare nuove amicizie internazionali.
I contatti degli studenti italiani verranno condivisi con gli studenti americani, le attività linguistiche sono organizzate dagli stessi studenti e indipendenti dal programma USAC.

Per partecipare all’esperienza è necessario iscriversi al link qui di seguito e presentarsi mercoledì 5 ottobre 2022 dalle ore 8.30 alle ore 9.15, presso il bar interno del Don Bosco di Verona. Vi sarà un momento di condivisione e Coffee break per iniziare l’attività con la giusta carica.

Per iscriverti compila il seguente link entro il 3 ottobre 2021, ore 11.00:

Iscriviti

Per maggiori informazioni:
Eleonora Cardella (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

IUSVE e SEO&Love 2022: presentano l’incontro con Salvatore Russo il 28 settembre 2022

L’Area di Comunicazione ha il piacere di presentare l’incontro con Salvatore Russo, ideatore e direttore creativo di SEO&Love - https://www.nlove.it/seoandlove.
L’incontro si terrà nell’aula magna del Campus IUSVE di Verona e in diretta streaming, sulla piattaforma Google Meet, il 28 settembre 2022, alle ore 13.40. Durante l’incontro si potrà avere un’anticipazione dei progetti comunicativi che saranno realizzati in partnership con IUSVE e sui temi della nuova edizione di SEO&Love.
L’ottava edizione si terrà 15 ottobre al Teatro Ristori di Verona. L’evento che si contraddistingue per il suo format è un punto di riferimento nel mondo degli eventi dedicati al digital marketing: grandi contenuti, personalità di spicco, spettacolo, ironia e sintonia con il pubblico.
In programma venerdì 14 ottobre 2022 nel Campus IUSVE di Verona e in live streaming, la Digital Marketing Masterclass che approfondirà alcuni aspetti tecnici della comunicazione on line e off line.
Sabato 15 ottobre 2022, si potrà partecipare in presenza al Teatro Ristori all’evento SEO&Love con i più grandi esperti in Italia di comunicazione e digital marketing.

Per partecipare all’incontro con Salvatore Russo il 28 settembre è necessario iscriversi entro il 28 settembre alle ore 10.00.
Gli iscritti che parteciperanno in modalità online riceveranno successivamente tutte le indicazioni per entrare nella stanza di Google Meet.

Iscriviti

Per gli studenti interessati IUSVE offre la possibilità di partecipare attivamente a SEO&Love in qualità di #IUSVESocialTEAM con l’obiettivo di raccontare la giornata attraverso la comunicazione digital. Un’occasione per vedere da vicino le logiche di un evento di alto livello e per conoscere i relatori e le tematiche innovative affrontate.

Le candidature per entrare a far parte dello #IUSVESocialTEAM sono aperte a tutti gli studenti dell’Istituto Universitario e devono essere inviate entro mercoledì 5 ottobre alle ore 13.00.

Si richiede massima serietà nell’esprimere la propria candidatura.
Per inviare la candidatura:

candidati

Per maggiori informazioni:
Anna Dal Dosso (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Scelta corsi opzionali attivabili nel primo semestre dell’a.a.2022-2023

Gli studenti di secondo e terzo anno dei corsi di Baccalaureato in Digital & graphic design e in Advertising & Marketing possono scegliere quali corsi opzionali frequentare durante il primo semestre dell’a.a. 2022-2023.
Le schede ECTS sono disponibili all'interno della PPS.

Baccalaureati - Campus IUSVE di Mestre
Le iscrizioni saranno aperte all’interno della propria PPS (Pagina Personale Studente) dalle ore 10.00 di lunedì 19 settembre 2022 e alle ore 23:59 di venerdì 23 settembre 2022.

I corsi opzionali previsti per giovedì pomeriggio saranno:

  • Da Giotto all’Informale. Viaggio nei capolavori dell’arte occidentale (prof.ssa Milena Cordioli)
  • Mobile journalism (prof.ssa Cristiana Rossato)
  • Podcast marketing e produzione audio digitale (prof. Marco Sanavio)
  • Public speaking & professional presentation (prof.ssa Sabina Tutone)
  • Strumenti per operare nel mondo delle aziende (prof. Ferdinando Azzariti)

I corsi opzionali previsti per venerdì mattina saranno:

  • Creative and fashion lab (in modalità esclusivamente online, prof.ssa Francesca Bonotto)
  • La palestra della scrittura: laboratorio di scrittura creativa (prof.ssa Micaela Morini)
  • Sound experience (prof. Stefano Luca)
  • UX e UI Design: Progettare esperienze digitali efficaci (prof. Pierfilippo Ariano)

Baccalaureati - Campus IUSVE di Verona
Le iscrizioni saranno aperte all’interno della propria PPS (Pagina Personale Studente) dalle ore 10.00 di lunedì 26 settembre 2022 alle ore 23:59 di giovedì 29 settembre 2022.

I corsi opzionali previsti per venerdì mattina saranno: 

  • Da Giotto all’Informale. Viaggio nei capolavori dell’arte occidentale (prof.ssa Milena Cordioli)
  • Mobile journalism (prof.ssa Cristiana Rossato)
  • Podcast marketing e produzione audio digitale (prof. Marco Sanavio)
  • Public speaking & professional presentation (prof.ssa Sabina Tutone)
  • Strumenti per operare nel mondo delle aziende (prof. Ferdinando Azzariti)

I corsi opzionali previsti per venerdì pomeriggio saranno:
  • Fashion marketing & Communication (prof.ssa Laura Santanera)
  • La palestra della scrittura: laboratorio di scrittura creativa (prof.ssa Micaela Morini)
  • Sound experience (prof. Stefano Luca)
  • UX e UI Design: Progettare esperienze digitali efficaci (prof. Pierfilippo Ariano)

Per ogni corso opzionale è ammesso un numero massimo di studenti iscritti per cui ogni studente dovrà scegliere un solo corso opzionale.

Gli studenti che non avranno espresso la propria scelta entro il termine previsto verranno inseriti d'ufficio dalla Segreteria Didattica dell'Area Comunicazione ed Educazione.

Partecipa gratuitamente a Marmomac 2022

Gli studenti IUSVE dell’Area di Comunicazione ed educazione sono stati invitati dagli organizzatori di Marmomac a visitare la manifestazione, che si terrà presso la Fiera di Verona, nella giornata di venerdì 30 settembre 2022.

La Mostra Internazionale di Marmi, Design e Tecnologie è la più importante manifestazione a livello mondiale del settore. All’interno dell’area fieristica gli studenti potranno partecipare ai diversi talk proposti tra cui l’intervento sul Bicentenario di Antonio Canova a cura del Museo Gypsotheca Antonio Canova, la “Premiazione Best Communicator” che vede nella giuria il docente IUSVE Aurelio Chinellato.
Questo ed altri interventi saranno visibili direttamente sul sito: https://www.marmomac.com/.

Gli interessati sono inviati a iscriversi al seguente link entro domenica 11 settembre alle ore 23.59.
Iscriviti

Per ulteriori informazioni:
Anna Dal Dosso Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli studenti dello IUSVE presenti al Meeting di Rimini 2022

Grazie alla collaborazione tra IUSVE e il Meeting di Rimini, anche quest’anno gli studenti IUSVE dell’Area di Comunicazione hanno partecipato alla manifestazione affiancando l’Ufficio Stampa Ufficiale del Meeting nei diversi settori: fotografia, quotidiano, social network, videonews, web communication.

La cultura al Meeting si esprime come esperienza, originata dal desiderio di scoprire la bellezza della realtà. Tutto questo nei cinque giorni dell’appuntamento che è diventato negli anni il festival culturale più frequentato al mondo. Ed ogni anno arrivano grandi personaggi della politica, manager dell’economia, rappresentanti di religioni e culture, intellettuali e artisti, sportivi e protagonisti dello scenario mondiale. Storie di uomini al centro di incontri, mostre, spettacoli e eventi sportivi.

Grazie alle testimonianze dei nostri studenti possiamo entrare nel vivo dell’esperienza.

Elena Bettoni descrivi questi giorni come: «…un luogo in cui cultura, conoscenze e abilità si uniscono a coraggio, passione e ad un’immensa gratitudine, la stessa che coinvolge i volontari e che guida lo spirito dell’evento durante le cinque giornate. All’interno del team social ho potuto mettermi alla prova, approfondire il mondo dei social network ed essere la voce di tutte le persone che vi hanno partecipato», continua Valentina Bassanello anche lei nel Team Social: «…Sembra impossibile che in una settimana si possa diventare consapevoli della direzione che si vuole dare al proprio futuro ma il meeting e le relazioni che quest’ultimo permette di instaurare lo rendono possibile…».

Bianca Bertagnin e Ginevra Visioli si sono invece occupate di gestire il laboratorio di giornalismo per il Villaggio: «… Non si tratta solamente di immergersi nel mondo del lavoro, ma anche di incontrare persone del campo in grado di consolidare le nostre conoscenze e di prepararci a ciò che ci aspetta tra pochi anni…», «…É stata sicuramente una settimana impegnativa ma la soddisfazione provata nel vedere pubblicati sul sito web gli articoli scritti insieme al proprio gruppo, vi assicuro che non ha prezzo».

GENZ Stories - 100 ritratti di studenti IUSVE al Museo M9

Lungo il corso dell’Anno Accademico 2021-2022, l’Area di Comunicazione ed Educazione dello IUSVE ha avviato un progetto dal titolo Z. Autoritratti di una generazione, che ha visto avvicendarsi diversi eventi tra Venezia e Verona con lo scopo di celebrare i giovani talenti che hanno frequentato l’Istituto e per mettere in dialogo il mondo accademico con il territorio.

Il cuore del progetto Z è una mostra collettiva di fotografia dal titolo Genz Stories, che raccoglie oltre cento autoritratti realizzati durante i corsi tenuti dalla docente di Fotografia Arianna Novaga tra il 2015 e il 2022.

Il corpus di lavori costituisce un importante racconto autobiografico per immagini di un’intera generazione che si guarda allo specchio e che vuole narrare di sé, del proprio volto, del proprio corpo, per riprendersi gli spazi e i tempi del proprio vissuto in una quotidianità sempre più complessa e sfilacciata.

https://www.m9museum.it/eventi/genz-stories/

https://www.facebook.com/zautoritratti

https://www.instagram.com/zautoritratti/