Presentazione della ottava edizione del 2016

«La creatività è più importante della conoscenza.
La conoscenza è limitata
mentre la creatività abbraccia il mondo
stimolando il progresso
e dando impulso al futuro.»
(Albert Einstein)

“Le idee non dormono mai” è un’esperienza formativa che la nostra Università ha creato per valutare la preparazione degli studenti di terzo anno della Laurea Triennale in Scienze e tecniche della comunicazione grafica e multimediale mettendoli in relazione con dei clienti reali e con dei progetti da realizzare in una sola settimana. Siamo giunti all’ottava edizione e come ogni anno qualcosa cambia. Quest’anno il Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE ha introdotto due ulteriori innovazioni: una nuova location prestigiosa come il Centro Congressi Villa Ottoboni a Padova e il coinvolgimento degli studenti del Campus di Mestre e di Verona tutti assieme nella medesima settimana dal 26 al 30 settembre 2016. La nostra Università ha creduto da sempre in uno stretto legame tra il mondo accademico e quello professionale, sia quello produttivo, sia quello sociale e anche in questa edizione tale legame si è realizzato e ulteriormente rafforzato.

Riteniamo, infatti, fondamentale che i nostri laureandi abbiano la possibilità di confrontarsi con aziende importanti, lavorando ad un progetto vero e proprio, rispettandone le tempistiche, affrontandone le difficoltà, vivendone le emozioni che tutto questo comporta, prima di inserirsi in un contesto lavorativo vero e proprio. Cinque giorni che racchiudono competenze e abilità multidisciplinari combinate in un continuo mescolarsi di un approccio riflessivo, culturale e pratico-progettuale. Poco tempo per dormire! Il contest parte immediatamente con il brief il lunedì mattino e in 4 giorni viene realizzato un progetto vero e proprio. Un’esperienza che segnerà la vita dei partecipanti e rimarrà nella loro memoria come un momento unico e irripetibile del loro percorso accademico.

La settimana si è dimostrata impegnativa, avvincente e piena di vitalità per le aziende partner che hanno aderito a questa proposta: Gruppo Autoserenissima, Hinckley, Lotto Sport Italia S.p.A. e Museo Nicolis dell’auto, della tecnica, della meccanica. La scelta di IUSVE di misurarsi con il mondo lavorativo esterno viene anche rispettata nella composizione della Giuria che ogni anno vanta esponenti esperti e illustri del mondo artistico, creativo e pubblicitario.

Il Presidente di giuria quest’anno è stata la graphic and media designer dott.ssa Cristina Chiappini, docente allo IUAV della Repubblica di San Marino e alla Sapienza di Roma, nonché art director di fama nazionale. La sua presenza è stata contagiosa perché ha saputo entusiasmare i nostri giovani creativi definendoli pieni di energia, costanza ed entusiasmo, motivandoli verso il mondo del lavoro che richiederà grandi competenze e un alto stile competitivo.

Assieme a lei la Giuria era composta da esperti del settore: il dott. Damiano Beltotto, Chief media & co-founder di Nove34; il dott. Angelo Lella, founder e direttore dell’Agenzia Unst Factory Marketing & communication; Francesco Ceccarelli, Creative Director di Studio Bunker; il dott. Massimo Arcolin, Direttore di strategia e Presidente dell’Agenzia di comunicazione e servizi integrati Gruppo ICAT.

Un ringraziamento da parte mia va a tutti i docenti che sono stati presenti nel Campus per accompagnare i nostri studenti; ai miei stretti collaboratori che hanno seguito passo passo i partecipanti: la dott.ssa Emilia Brovero e il prof. Nicolò Cappelletti; gli studenti volontari che ci hanno aiutato nell’organizzazione: David Harrison Ferrell II, Francesca Fincato, Enrico Stecca, Giovanni Tosato, Roberta Zanon, Chiara Zaniol; ai committenti, nelle persone del dott. Stefano Brunazzetto, per Gruppo Autoserenissima, della dott.ssa Lilian Merckx, per Hinckley, del dott. Stefano Taboga per Lotto Sport Italia S.p.A., della dott.ssa Silvia Nicolis per Museo Nicolis dell’auto, della tecnica, della meccanica. E per ultimi i protagonisti: 152 giovani e futuri graphic & digital designer, perché hanno saputo vivere quest’esperienza con impegno, creatività e buona capacità di lavoro in team come dei “veri professionisti” pur non essendolo ancora!

Mariano Diotto 
Direttore Dipartimento di Comunicazione dello IUSVE