Psicopedagogia degli stili di vita

Tipo insegnamento: Obbligatorio

Codice: STC04000

Crediti: 5

Ore: 40

Docenti:

GIUSTO NICOLA

Finalità dell'insegnamento e apporto specifico al profilo professionale

Il corso si propone di fornire i rudimenti conoscitivi e metodologici per affrontare la crescente complessità dei mercati in un’ottica di marketing e di analisi dei consumi. I cambiamenti di linguaggi, tecniche, strumenti di marketing sono il risultato di processi che vanno al di là del mondo delle mere pratiche di acquisto per intercettare le dimensioni più complesse e articolate della personalità, degli stili di vita, delle contaminazioni tra ambienti reali, virtuali o aumentati che caratterizzano la contemporaneità. 

Il profilo professionale del digital manager deve acquisire le conoscenze socio-psico pedagogiche che riguardano il complesso flusso che coinvolge percezione di sé e del mondo, l’attenzione e la memorizzazione degli stimoli esterni, il giudizio e il pregiudizio, la comprensione per arrivare a generare un comportamento d’acquisto. Cosa cambia nei desideri e nelle pratiche del prosumer digitale? In un mondo caratterizzato dall’iper personalizzazione, il web marketer deve essere in grado di intercettare quelle dimensioni più psicosociali che guidano e intervengono sulla scelta - emozionali, irrazionali, di appartenenza – mostrando di conoscere e padroneggiare i diversi contesti della relazione con gli utenti.

Prerequisiti richiesti

Nessuno. 

Competenze

Al termine del corso lo studente dovrà esser in grado di: 

 

  1. Fornire agli studenti un solido inquadramento teorico e strumenti concettuali utili per la corretta interpretazione delle dinamiche degli stili di vita e del mondo dei consumi nella società contemporanea; 
  2. Saper riconoscere e analizzare i diversi contesti socio-organizzativi, definire pubblico e target personas in relazione allo sviluppo di campagne di marketing e comunicazione; 
  3. Apprendere ad incrociare la componente tecnica e strumentale dei digital media con l’aspetto culturale e umano delle situazioni e dei destinatari. Abilità

 

Abilità

Nella prima parte del corso: 

 

  • verranno analizzati i diversi approcci di natura psicologica e sociologica e le principali teorie sociali sull’argomento; 
  • in particolare, si intende favorire la riflessione critica degli studenti in merito ai concetti di tempo e spazio, identità, comprensione di sé, privacy, politica, ambiente, comunità, stile di vita e comportamento del soggetto moderno inteso come individuo consumatore (più recentemente, prosumer) in relazione alla complessità della network society; 
  • inoltre, saranno approfonditi i potenziali e reali processi di cambiamento generati dalla trasformazione digitale rispetto ai fenomeni di consumo, produzione di senso, diffusione e condivisione di idee, ai dispositivi di potere e alla dimensione simbolica presente in ogni relazione sociale.

Nella seconda parte, le conoscenze così acquisite verranno utilizzate per: 

 

 

  • investigare i concetti di societing, innovazione sociale e human centric design; 
  • le possibili applicazioni nello sviluppo di una strategia di marketing e comunicazione aziendale adeguata al particolare tipo di consumatore, pubblico e ambiente socio-culturale cui è destinato il prodotto o servizio in vendita.

 

Conoscenze

Network society: agency, searchability, embedded, virtualità reale, relazioni tra utenti, apertura - chiusura, culture digitali e soluzioni tecnologiche, dialettica tra consumo e produzione, piattaforme come tecnologie istituzionali 

Network theory: mappare lo spazio (nodo, relazione, rete, cluster, hub, centri - periferie), Google, SEO e motori di ricerca 

Social network analysis: architettura della rete, esperimento di Milgram, small world theory, network effect, prevedibilità e modelli, rete centralizzata, decentralizzata e distribuita, power law, diffusione delle idee e dell'innovazione, early adopters, tipping point, long tail theory

Network politics: meccanismi di potere, codici, protocolli, meccanismi di filtro (gatekeepers), people relation, dati come materia, libertà di movimento, modelli sociali a confronto, control society, forme di potere, governance, server - client 

Identità e relazione: legami in rete, distrazione e declino della concentrazione, sovraccarico di informazione, riduzione delle complessità, generazione ok google, soggetto come utente, esistenza mediata, frammentazione del tempo, gadget come intimità, alone together, always on, narcisimo selfie, networked individualism

Societing: comunità, fiducia, autorità, capitale sociale, economia del dono, nuovi valori, nuovi modelli di produzione e consumo, inbound marketing, customer journey, human centric design

Bibliografia

Testi di riferimento obbligatori per l’esame: 

MICONI, A., Teorie e pratiche del web, Il Mulino, Bologna, 2018 

SRNICEK N., Capitalismo digitale. Google, Facebook, Amazon e la nuova economia del web, Luiss University Press, Roma, 2017 

Testi di approfondimento: 

ARVIDSOON A., GIORDANO A., Societing Reloaded. Pubblici produttivi e innovazione sociale, Egea, Milano, 2012 

BAUDRILLARD J., La società dei consumi, Il Mulino, Bologna, 2010 

BAUMAN Z., Consumo dunque sono, Laterza, Bari, 2010 

BAUMAN Z., Homo consumens: Lo sciame inquieto dei consumatori e la miseria degli esclusi, Erickson, Trento, 2007 

BOTSMAN R., ROGERS R., What’s Mine is Yours: The Rise of Collaborative Consumption, HarperCollins, New York, 2010 

BOURDIEU P., La distinzione. Critica sociale del gusto, Il Mulino, Bologna, 1984 

CAMPBELL, C., The craft consumer: culture, craft and consumption in a postmodern society. in Journal of Consumer Culture, 5 (1). pp. 23-42, ISSN 1469-5405, 2005 

CASTELLS M., La nascita della società in rete, Bocconi Editore, Milano, 2014 

CODELUPPI V., Ipermondo. Dieci chiavi per capire il presente, Laterza, Roma, 2012 

CODELUPPI V., Manuale di sociologia dei consumi, Carocci, Roma, 2008 

DEBORD G., La società dello spettacolo, Massari, Bolsena, 2002 

DELANDA M., A new Philosophy of society: Assemblage Theory and Social Complexity, Continuum, London, 2006 

DIJCK, J. V., POELL, T., DE WAAL, M., The platform society, Oxford University Press, Oxford, 2018 

FABRIS G., La società post-crescita. Consumi e stili di vita, Franco Angeli, Milano, 2010 

FLORIDI L., Pensare l'infosfera. La filosofia come design concettuale, Raffello Cortina, Milano, 2020 

FLORIDI L., La quarta rivoluzione. Come l’infosfera sta trasformando il mondo, Raffello Cortina, Milano, 2017

FOUCAULT M., Sorvegliare e punire. Nascita della prigione, Einaudi, Torino, 2014 

FOUCAULT, M. Nascita della biopolitica. Corso al Collège de France (1978-1979), Feltrinelli, Milano, 2007 

GALIMBERTI U., Psiche e techne. L’uomo nell’età della tecnica, Feltrinelli, Milano, 2000 

LATOUCHE S., Breve trattato sulla decrescita serena, Bollati Borinighieri, Torino, 2008 

LOVINK G., L'abisso dei social media. Nuove reti oltre l'economia dei like, 2016, Bocconi Editore, Milano 

LOVINK G., Ossessioni collettive. Critica dei social media, 2012, Bocconi Editore, Milano 

LOVINK, G., ROSSITER, N., Organization after social media, Minor Composition, New York, 2018 

MAUSS M., Saggio sul dono. Forma e motivo dello scambio nelle società arcaiche, Einaudi, Torino, 2002 

MULGAN G., Social Innovation, Egea Editore, 2013

WELLMAN B., RAINIE L., Networked. Il nuovo sistema operativo sociale, Guerini Scientifica, Milano, 2013 

Focus

L’approfondimento tematico indagherà i concetti di platform economy e platform society in relazione al nuovo ambito di studio inaugurato dalla recente pubblicazione di Nick Srnicek, Capitalismo digitale.

Metodologia

Il corso prevede la partecipazione attiva degli studenti durante i giorni di lezione che alterneranno lezioni teoriche, momenti di discussione e attività pratiche sia individuali (approfondimento e redazione di articolo blog) che in team di lavoro (ricerca e sviluppo presentazione di caso studio e / o argomento da definire).

Criteri di valutazione e Modalità d'esame

L’esame consiste in un colloquio orale che valuterà il grado di conoscenza raggiunto dallo studente circa gli argomenti trattati a lezione, la capacità di comunicare in modo chiaro e professionale, l'abilità di rispondere a quesiti/problemi integrando i diversi saperi, originalità, autonomia di giudizio e pensiero critico. In fase di valutazione, si terrà conto anche dei risultati delle attività proposte e dell’impegno dimostrati durante il corso. 

Nel caso lo studente avesse accumulato numerose assenze superando le ore di lezione previste per essere ammesso all’esame, dovrà concordare con il docente la bibliografia integrativa che sarà di almeno due volumi. Quindi per poter accedere all’esame dovrà prima dimostrare la conoscenza dei testi indicati e poi procederà con l’esame come indicato nella presente scheda corso. 

Contatti e Orario di ricevimento

n.giusto@iusve.it 

Il docente riceve su richiesta degli studenti accordandosi preventivamente via mail.