Forme e linguaggi dell'arte

Tipo insegnamento: Obbligatorio

Codice: STC03300

Crediti: 5

Ore: 40

Docenti:

AZZONI SIMONE

Finalità dell'insegnamento e apporto specifico al profilo professionale

Il corso intende contribuire al bagaglio formativo degli studenti integrando e implementando la base culturale necessaria all'argomentazione e alla fondazione della comunicazione e della creatività. 

Vuole anche rendere consapevoli gli studenti del pregresso produttivo che l'arte ha contribuito a costruire con specificità inerenti i tempi e i luoghi della produzione. Finalità prima del corso è rendere consapevoli gli studenti delle analogie tra processo creativo e la metodologia processuale del designer trovando affinità nel metodo e pratica che tanto l’artista quanto il creativo pubblicitario mettono in atto nel rapporto tra idea e prassi. 

 Ancorare la creatività all'esistente è auspicio di maturità professionale. 

Gli strumenti di analisi iconografica e compositiva s'intendono poi come basi per un approccio strutturato alla creazione della comunicazione pubblicitaria iconografica e non. Le immagini analizzate durante il corso saranno il bagaglio con cui leggere e orientarsi tra i trend del presente e le geografie extra europee 

 Al termine del corso lo studente dovrà acquisire: avanzate competenze scientifiche, teoriche, metodologiche ed operative relative al settore storico–artistico, dall’età post-moderna a quella contemporanea, supportate da conoscenze della storia e delle fonti iconografiche e letterarie inerenti. 

Verranno toccati anche elementi di storia dell'analisi critica senza tuttavia farne la parte principale del corso.

Si forniranno le conoscenze perché gli studenti possano fornire consulenze e collaborazioni per l'ideazione e la realizzazione di mostre e esposizioni permanenti e temporanee, attività di ricerca e di studio nel mercato dell'arte. 

 Gli studenti potranno operare in funzioni e mansioni operative all'interno delle categorie espositive del sistema arte: gallerie, musei, sale espositive. 

Prerequisiti richiesti

All'inizio del corso verrà fornito un bagaglio iconografico imprescindibile per seguire le lezioni e collocare fatti e interpreti lungo una linea del tempo e di senso. Verranno inoltre forniti i riferimenti lessicali e terminologici per affrontare, capire e raccontare la disciplina con un linguaggio adeguato. Sarà tuttavia necessario che lo studenti completi la sua formazione inerente al periodo storico europeo compreso tra Settecento e fine Ottocento su un manuale da concordare con il docente.

Sarà altresì necessario che lo studente sappia muoversi con autonomia critica e analitica tra le poetiche che hanno caratterizzato le avanguardie di primo Novecento. 

Se lo studente non ha mai affrontato un corso di Storia dell'Arte è opportuno che lo comunichi al docente per ricevere una bibliografia compensativa adeguata

Competenze

Comprendere il cambiamento e le diversità dei tempi storici in una dimensione diacronica attraverso il confronto fra epoche e in una dimensione sincronica attraverso il confronto stilistico e iconografico. 

Saper utilizzare gli strumenti culturali e metodologici dell’approccio critico per riconoscere nelle onde di gusto contemporaneo le principali tendenze inerenti la tutela ambientale, il femminile, la diversità: problematiche queste inerenti la poetiche del contemporaneo.

Saper analizzare le situazioni storiche artistiche studiate, collegandole con il contesto più generale, ordinandole in sequenze modulari, individuandone gli elementi caratterizzanti

Saper applicare griglie metodologiche a problemi di natura estetica contemporanea

Saper utilizzare, nell’ambito della disciplina una bibliografia adeguata alla ricerca

Saper orientarsi sui concetti generali relativi alla produzione culturale nell’ambito delle arti visive. 

Saper leggere e costruire un testo critico 

Saper capire un problema - interpretare il contesto e progettarne la soluzione strategica comunicativa.

Abilità

- utilizzare gli strumenti per leggere e interpretare il testo iconografico 

 - contestualizzare la produzione artistica entro una griglia di analisi sociologica e stilistica 

 - riconoscere il ruolo delle avanguardie come frattura e con il passato e presupposto del contemporaneo 

 - costruire un bagaglio iconografico e stilistico che dimostri le contaminazioni, le connessioni e i rimandi tra correnti, movimenti e stili 

 - analizzare il contributo delle avanguardie nell'estetica del contemporaneo; 

sviluppare una mappa del contemporaneo in cui orientarsi tra tendenze e contaminazioni 

 - mostrare per ogni avanguardia il dialogo tra le discipline affini: fotografia e design 

 - leggere e soprattutto analizzare le principali riviste di settore 

- leggere una mostra di arte contemporanea

- usare strumenti di lettura dell'immagine in modo interdisciplinare

- orientarsi nel presente utilizzando i concetti chiave: post-produzione, estetica relazionale, fake

distinguere il gusto dall’esperienza estetica. 

- distinguere i vari tipi di fonti proprie della storia dell’arte del Novecento dimostrare padronanza e comprensione nel: - settore di studio della disciplina 

 - concepire, progettare, realizzare e adattare un processo di ricerca al contesto e al problema proposto 

 - comunicare con gli attori del sistema arte 

 - effettuare confronti tra diversi modelli/tradizioni culturali in un’ottica interculturale 

 - utilizzare ed applicare categorie, metodi e strumenti della ricerca storico-artistica in contesti laboratoriali per affrontare, in un’ottica storico- interdisciplinare, situazioni e problemi 

- sapersi muovere nei Social individuando le nove estetiche tra kitsch e camp.

Conoscenze

Conoscere i concetti chiave per orientarsi nel presente: post-produzione, estetica relazionale, Fake art, Post art, Net Art; 

Conoscere le parole chiave della contemporaneità: frammento e montaggio 

Saper distinguere il gusto dall’esperienza estetica in particolare modo la differenza tra scandalo e cattivo gusto

 Saper analizzare, descrivere e valutare l'opera d'arte attraverso un percorso strutturato: la definizione di “arte” nella storia: dati preliminari dell’analisi (autore, dimensioni, forma e data); analisi compositiva: campo, diagonali, pesi ottici, punto e linea; analisi testuale: sistemi di rappresentazione dello spazio; analisi delle tecniche e degli stili: la materia e la luce; analisi extra-testuale: pensiero e contesto dell’autore e dell’epoca; analisi iconografica: generi e attributi; giudizio: messaggio, valore, differenza. 

Conoscere i principali movimenti che hanno attraversato e segnato il Novecento: Futurismo, surrealismo, simbolismo, dadaismo, il Pop, il neo-dada, le trans-avanguardie, l’arte povera, la minima art, il concettuale, l’aniconico, l’antform Conoscere le principali onde di senso tra sopravvivenze e dissolvenze nel contemporaneo: Il Kitsh, la Land Art, Urban Art, Video arte, La Body Art, la Street Art 

Conoscere i principali attori del sistema dell'arte: curatori, artisti, critici, le fiere, le gallerie. 

Bibliografia

Testo obbligatorio:

PARMESANI L., L'arte del XX secolo, Movimenti Teorie, scuole e tendenze, Skira, Milano 2015 

 o in alternativa 

 VETTESE A. Arte contemproanea, Mulino, Bologna 2017 

testo per il corso monografico: The Gentle Art of Fake. Arti, teorie e dibattiti sul falso. A cura di Tommaso Casini, Laura Lombardi, SilvanaEditoriale, 2021 

Bibliografia consigliata ACTON M., Guardare l’arte contemporanea, Einaudi, Torino, 2008 

 AZZONI S. Lo sguardo della gallina, Lazy Dog, Milano 2019  

BARILLI R. , Arte contemporanea, Feltrinelli, Milano 2020 

 BARILLI, R., Informale, Oggetto, Comportamento, Feltrinelli, Milano, 2006 

 BARILLI, R., Prima e dopo il 2000, Feltrinelli, Milano, 2006 

 BAUDRILALRD J., La sparizione dell’arte, trad. it. di E. Grazioli, Giancarlo Politi Editore, Milano 1998 

 BAJ E., Virilio P., Discorso sull’orrore dell’arte, Elèuthera, Milano, 2007 

 BODEI R., Le forme del bello, Il Mulino, Bologna, 2017 

 BORRIAUD N., Postproduction, Come ri-programmare il mondo, Postmedia Books, Milano, 2018 

 BORRIAUD, N. L’exforma, Postmedia books, Milano, 2014 

 BORRIAUD N., Estetica relazionale, Postmedia Books, Milano, 2018 

 CIOTTA A, Street art. La rivoluzione nelle strade, Bepress, 2011 

 COTTON C., La fotografia come arte contemporanea, Einaudi, Torino, 2017 

 CRESPI A., Ars attack. Il bluff del contemporaneo, Johan & Levi, Monza, 2014 

 CRISPOLTI C., Come studiare l'arte contemporanea, Donzelli, nuova edizione aggiornata, Roma 2005 

 DAL LAGO GIORDANO, Mercanti d’aura. Logiche dell’arte contemporanea, Il Mulino, Bologna, 2006 

 DAL LAGO GIORDANO, Fuori cornice. L’arte oltre l’arte, Einaudi, Milano, 2009 

 DAL LAGO GIORDANO, Graffiti. Arte e ordine pubblico, Il Mulino, Bologna, 2016 

 DAL PUPPO A., L’arte contemporanea, Einaudi, Torino, 2015 

 DANTO A., Andy Warhol, Einaudi, Torino, 2010 

 DANTO A., Dopo la fine dell'arte. L'arte contemporanea e il confine della storia, Bruno Mondadori, Milano, 2008 

 DONÀ, M., Arte e filosofia, Bompiani, Milano, 2007 

 DORFLES G., Ultime tendenze nell'arte di oggi, Feltrinelli, Milano, 2001 

 FAM, Percorsi d'arte Contemporanea, Skira, Milano 2011 

 GALOFARO L., Artscape, L’arte come approccio al paesaggio contemporaneo, Postmedia books, Mialno, 2003 GOMBRICH E. H., Arte e illusione. Studio sulla psicologia della rappresentazione pittorica, Phiadon, Milano, 2008. GOMBRICH E. H., HOCHBERG J., BLACK M., Arte, percezione e realtà. Come pensiamo le immagini, Einaudi, Torino, 2008. 

 GOMBRICH E. H., La storia dell'arte, Phaidon, Milano, 2008 

 KRAUSS R., L'informe, Bruno Mondadori, Milano, 1997 KRAUSS R., Passaggi della scultura da Rodin alla Land art, Mondadori, Milano, 1998 

 KRAUSS R., Arte dal 900, Modernismo, Postmodernismo, Antimodernismo, Zanichelli, Torino, 2017 

 KUBLER G., La forma del tempo. La storia dell'arte e la storia delle cose, Einaudi, Torino, 1989 

 NIGRO C., Arte contemporanea: le avanguardie storiche, Carocci, Roma, 2008 

 NIGRO C., Guida alla storia dell'arte contemporanea attraverso le fonti, Bagatto, Roma 1989 

 O’ REILLY S., Il corpo nell’arte contemporanea, Einaudi, Torino, 2009 

 PANCOTTO, P. P., Arte contemporanea: il nuovo millennio, Carocci, Roma, 2013 

 PERNIOLA M. L’arte espansa, Einaudi, Torino, 2016 

 PERNIOLA M., Disgusti. Le nuove tendenze estetiche, Genova, Costa & Nolan, 1999 

 PINELLI A., Storia dell’arte. Istruzioni per l’uso, Laterza, Bari, 2009 

 PINOTTI A., Cultura visuale, Einaudi, Torino, 2018 

 PINOTTI, A., Teorie dell’immagine, Raffaello Cortina, Milano, 2009 

 PIOSELLI A., L’arte nello spazio urbano, Johan & Levi, Milano, 2017 

 POLI F., La scultura nel Novecento, Laterza, Bari, 2015  

PUGLIESE M., Tecnica mista, Bruno Mondadori, Milano, 2006 

 RIOUT D., L'Arte del XX secolo, protagonisti, temi e tendenze, Einaudi, Torino, 2002 

ROVATI F., L'arte del primo Novecento, Einuadi Torino, 2015 

SCHIAFFINI I., Arte contemporanea: Metafisica, Dada, Surrealismo, Carocci, Roma, 2011 

 VETTESE A., Si fa con tutto. Il linguaggio dell’arte contemporanea, Laterza editori, Bari, 2012 

 WARBURTON N., La questione dell’arte, Torino, Einaudi, 2004

 

Per chi non avesse dimestichezza con le avanguardie del Novecento è consigliata la lettura di AZZONI S, Lo sguardo della gallina, Lazy Dog Edizioni.

Focus

Il sistema arte: collezionisti, agenzie ed esposizioni. Il rapporto tra artista e istituzioni nel sistema dell'arte contemporanea. 

Con il contributo di Giuseppe Ceroni, fondatore della storica agenzia sudest57 si analizzerà il complesso processo di costruzione delle grandi mostre internazionali di Steve McCurry, Tina Modotti ed Elliott Erwitt. La costruzione di una mostra è un interessante punto di incontro tra pubblico e privato che mette in gioco non solo le regole del sistema dell'arte ma importanti strategie comunicative.

Metodologia

L'attività formativa prevede lezioni frontali, attività seminariali, ricerche propedeutiche e laboratori al fine di acquisire conoscenze, competenze e abilità capaci di aprire al mondo del lavoro. Le uscite a gallerie e fiere consentiranno allo studente di elaborare mappe critiche e schemi d'approccio e di analisi del vissuto esperienziale.

Criteri di valutazione e Modalità d'esame

L'esame sarà un colloquio orale sul programma svolto durante il corso. è prevista anche la stesura e l'esposizione di un elaborato sul focus e sull'uscita.

Per quanto riguarda il colloquio orale le domande saranno di tre tipologie per una durata totale prevista di venti minuti: 

La prima sezione di domande sarà di tipo descrittivo/narrativo e verterà sulla restituzione delle poetiche dei movimenti e delle correnti del Novecento. Un secondo modulo, di tipo analitico, chiederà l’argomentazioni di concetti chiave inerenti alle problematiche dell’arte. La terza tipologia di domande chiederà che lo studente dimostri autonomia nel risolvere una problematica generata dalla temperie contemporanea utilizzando gli strumenti critici e cognitivi appresi in classe. Nel caso lo studente avesse accumulato numerose assenze superando le ore di lezione previste per essere ammesso all’esame, dovrà concordare con il docente la bibliografia integrativa che sarà di almeno due volumi. Quindi per poter accedere all’esame dovrà prima dimostrare la conoscenza dei testi indicati e poi procederà con l’esame come indicato nella presente scheda corso.  

Contatti e Orario di ricevimento

Contatti e Orario di ricevimento Mercoledì nel Campus di Mestre su appuntamento prima o dopo la lezione. Per contatti: s.azzoni@iusve.it

Si potrà anche utilizzare la modalità Meet a distanza qualora fosse necessario integrare con ulteriori colloqui il processo di elaborazione della tesi.